Era da tempo che se ne parlava, ma sottovoce, perché stava per nascere il primo ospedale veterinario pubblico in Campania. Lo ha voluto il comune di Marano domenica 25, alle 12,30, verrà inaugurato alla presenza di autorità politiche e religiose e, naturalmente con le associazioni ambientaliste e animaliste che hanno seguito questo progetto comunale sin dalla sua progettazione. Il sindaco, Mauro Bestini, è fiero di aver realizzato la prima struttura pubblica unica in tutto il Sud, che con le dotazioni d’avanguardia non ha precedenti in campo nazionale. Siccome la facoltà di veterinaria continua a sfornare medici veterinari che spesso per lavorare sono costretti ad emigrare, ora con l’apertura dell’ospedale questo fenomeno andrà a sparire perché il lavoro sta a Marano. L’ospedale occupa 2mila mq., con ampio parcheggio, si sviluppa su 400mq. tutti al piano terra e contiene sale operatorie, di radiologia e box per la degenza degli animali e per la riabilitazione. L’edificio, inizialmente progettato come canile comunale, è costato 200mila euro ed è stato realizzato da un architetto maranese di origini giordano-palestinese, Kaled Amhad. L’iniziativa “Adotta un cane” con la quale si gratificava chi prelevava un cane dal canile o un randagio con 200 euro, è stata di fatto completata da questa struttura che è l’ultimo fiore all’occhiello di una città che è diventata la capitale del cane, di nome e di fatto.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.