NAPOLI, 17 GEN 2006 – Dichiarazione del Consigliere regionale Angelo Brancaccio (DS), Segretario della Presidenza.
“Si è chiusa una prima importante fase per lo sviluppo di Terra di Lavoro che segna il passaggio di consegne tra la Regione Campania e la Provincia sulla competenze legate alla costruzione dell’aeroporto di Grazzanise”. Guarda con entusiasmo il segretario della presidenza del consiglio regionale Angelo Brancaccio all’accordo di programma siglato lunedì scorso a corso Trieste. “Dopo la realizzazione del business plain – spiega – questo era l’atto successivo che dovrà portare alla realizzazione dello scalo internazionale la cui inaugurazione è prevista per il 2012”. Brancaccio ha parole di elogio per il presidente della Provincia Sandro De Franciscis e per l’assessore ai Trasporti Antonio Reccia. “Hanno dimostrato attenzione e competenza su questo problema – sottolinea Brancaccio – e i risultati si stanno vedendo anche in maniera evidente con lo scalo internazionale che prende sempre più forma. Ho fiducia nel loro operato: sapranno gestire con grinta e passione questo difficile lavoro che sottende la costruzione di un’opera cruciale per lo sviluppo di Terra di Lavoro ”. L’esponente della Quercia, lancia un appello ai colleghi della Casa delle Libertà che hanno cercato a tutti i costi di ridimensionare il protocollo di lunedì. “In questo momento, non serve a nessuno fare battaglie di campanile – spiega – è opportuno che ci mettiamo a lavorare in maniera compatta nell’interesse della provincia di Caserta”. Per il segretario della presidenza del Consiglio, ora è necessario avviare un discorso complessivo di risanamento del territorio per fare in modo che lo scalo di Grazzanise non sia una cattedrale nel deserto. “Molto è stato fatto con i lavori alle strade provinciali – sottolinea il Ds – ma, ora, si deve mettere mano in maniera seria al risanamento del litorale domizio. Si devono ricreare – conclude Brancaccio – le condizioni che hanno reso nel passato il litorale dominio ad una larga fetta di turismo e di indotto ad esso collegato. Questa è la naturale vocazione di sviluppo di questa territorio purtroppo più volte mortificato ma ora finalmente al centro di un serio progetto di rilancio”.
CONFERENZA PRESIDENTI GRUPPO E PRESIDENTI COMMISSIONE: LE PROPOSTE DI PROVVEDIMENTI DA SOTTOPORRE ALL’ESAME DEL CONSIGLIO

NAPOLI, 17 GENNAIO 2006 – La Conferenza dei Presidenti di Gruppo, presieduta dal Presidente del Consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo, si è riunita, stamane, congiuntamente con i Presidenti delle Commissioni permanenti.
Nel corso dell’incontro sono emerse proposte di provvedimenti da sottoporre all’esame del Consiglio nell’ambito della programmazione trimestrale – gennaio/marzo 2006 – dei lavori, tra le quali: istituzione dell’albo regionale dei direttori amministrativi e sanitari delle aziende sanitarie e ospedaliere e nuove norme per la nomina dei primari; promozione del parto fisiologico; piano regionale ospedaliero per il triennio 2004/2006; ciclo integrato delle acque; gestione ordinaria nel trattamento, trasformazione e riutilizzo dei rifiuti; legge per la dignità e la cittadinanza; interventi a sostegno della famiglia; istituzione del garante per l’infanzia e l’adolescenza; riordino delle funzioni delle Regioni e degli Enti locali; disciplina dei lavori pubblici, dei servizi e delle infrastrutture in Campania; projet financing; norme per la razionalizzazione e l’ammodernamento del sistema distributivo dei carburanti; nomine e designazioni di competenza del Consiglio regionale.
Tali proposte saranno oggetto della calendarizzazione dei lavori consiliari ordinari, da parte della Conferenza dei Capigruppo, che riprenderanno dopo la seduta straordinaria di Consiglio convocata dal Presidente Lonardo il giorno 31 gennaio 2006 dalle ore 11,00 alle 15,30, in relazione alla richiesta dei Consiglieri dell’opposizione, ai sensi dell’articolo 30 del Regolamento Interno, per comunicazioni del Presidente della Giunta e dibattito politico.

17 GENNAIO 2006 FIRMATO IL CONTRATTO PER I LAVORI ALL’IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI MASSALUBRENSE
Il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, nella sua qualità di Commissario di Governo per l’Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque, ha firmato, alla presenza dell’assessore provinciale all’Ambiente Giuliana Di Fiore e del sindaco di Massalubrense Leone Gargiulo, il contratto per l’avvio dei lavori di ristrutturazione ed adeguamento dell’impianto di depurazione al servizio delle frazioni di Torca e S.Agata del Comune di Massalubrense.
L’opera, per la quale è prevista una spesa di 1 milione e 180 mila euro, è la prima di 3 progetti predisposti dal Commissario di Governo per il Comune di Massalubrense. Gli altri 2 riguardano gli impianti di depurazione di Massa Centro e di Marina del Cantone. “Con il primo intervento, che parte subito – ha detto il Presidente Bassolino – si realizza un’opera importante per il disinquinamento e la salvaguardia di un tratto di costa splendido come quello del Parco di Punta Campanella. Con gli altri, contiamo di completare in via definitiva la bonifica di tutto il territorio”.
I lavori all’impianto di depurazione di Torca, che dovranno concludersi entro il 21 dicembre 2006, sono finalizzati al pretrattamento ed invio sia delle acque nere che di pioggia all’impianto di depurazione centralizzato situato in località Centro.
In dettaglio, le opere da realizzare sono:
la ristrutturazione dell’impianto di depurazione;
la realizzazione delle stazioni di sollevamento, una nell’attuale impianto e l’altra in località Torca Centro, con relativa posa delle condotte di mandata per il rilancio dei reflui all’impianto di depurazione centralizzato;
l’adeguamento funzionale di parte del collettore a gravità in cui si immetteranno i reflui provenienti dalle stazioni di rilancio;
la costruzione delle opere civili e degli impianti tecnologici, la fornitura ed installazione dei macchinari e delle apparecchiature necessarie, nonché la realizzazione delle opere accessorie e degli interventi di mitigazione ambientale, con l’abbattimento delle emissioni odorifere ed il monitoraggio dell’area.

“L’opera – ha detto il sindaco di Massalubrense Gargiulo – restituirà alla balneazione il tratto di mare che va da Marina del Cantone al Fiordo di Crapolla, ed allo stesso tempo eviterà che le correnti trasportino i reflui a Positano ed alle stesse isole dei Galli”. “E’ un altro passo – ha aggiunto l’assessore provinciale all’Ambiente Di Fiore – che ci porta verso l’implementazione del sistema idrico. Grazie all’opera del Commissario Bassolino, riusciamo a portare a soluzione diversi problemi di inquinamento recuperando luoghi al turismo ed alla vivibilità”.
17 gennaio 2006 – “E’ con profonda convinzione – ha dichiarato l’On.le Nicola MARRAZZO,Consigliere Regionale della Campania,aderente alla Lista “Italia dei Valori” – che partecipo alla fiaccolata anticamorra, programmata per ricordare il barbaro assassinio di Giuseppe Riccio.
Napoli e la sua Provincia – ha proseguito l’On.le Marrazzo – non ne possono più della camorra, della macro e microcriminalità che, come un tumore maligno, soffoca la Città, toglie ogni speranza di sviluppo ed occupazione.
L’iniziativa è largamente condivisa ed opportuna, ma – di fronte all’emergenza criminalità – occorrono anche altre e forti iniziative.
Non basta certo qualche poliziotto in più, come propagandisticamente promesso dal Governo Berlusconi.
Occorre garantire certezza della pena, dare supporti logistici alle Forze dell’Ordine, rafforzarne l’integrazione e, soprattutto, ha concluso l’On.le Marrazzo,dare speranze ai giovani, vivibilità al territorio, per prosciugare quel retroterra dal quale la camorra trae forza e controlla il territorio.”


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.