Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Napoli e Provincia

Al teatro Mediterraneo giurano i Medici neolaureati.
E stasera si celebra il centenario dell’Ordine

Si è svolta stamani al teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare l’annuale cerimonia del Giuramento di Ippocrate promossa dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Napoli. Dopo la lettura del vecchio e del nuovo giuramento professionale circa 400 medici neoiscritti all’Albo hanno proclamato il fatidico “lo giuro”. “È un momento di grande gioia – ha detto il presidente dell’Ordine napoletano Gabriele Peperoni – Ma rappresenta anche un punto intermedio, una terra di mezzo verso un futuro che non è tra i più rosei. L’Ordine si schiererà al fianco dei neomedici per tutelarli”. Peperoni ha poi sottolineato che tra i tasti più dolenti dell’attività medica in Campania c’è un diffuso precariato. “È impensabile che dopo aver studiato per dieci anni ed essersi formati in Campania, valenti professionisti siano costretti a emigrare in altre regioni italiane o addirittura all’estero per veder riconosciute le proprie qualità e avere garanzie lavorative”.
Sulla tutela del futuro lavorativo dei nuovi medici napoletani si è espresso anche il presidente della V Commissione regionale Sanità, Michele Schiano di Visconti, presente alla cerimonia in rappresentanza del governatore Stefano Caldoro: “Stiamo lavorando affinché i medici restino nella nostra Regione e siano messi in condizione di operare nel miglior modo possibile. Basta fughe all’estero: i medici alla Campania, la Campania ai medici”. Gli ha fatto eco Ottavio Delfino, consigliere provinciale in rappresentanza del Presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro e membro del consiglio direttivo dell’Ordine: “Bisogna riaffermare il primato del medico. La politica deve essere uno strumento per consentire il corretto funzionamento della Sanità, non dettarne le regole”. Un concetto condiviso dall’assessore comunale allo Sport Alfredo Ponticelli, presente per il Sindaco Iervolino: “Fare il medico non è una professione, bensì una missione”. Nel corso della cerimonia è stato osservato un minuto di silenzio alla memoria di Filippo Miniero, primario del reparto di chirurgia endovascolare dell’ospedale Cardarelli di Napoli deceduto pochi giorni fa per un infarto dopo un turno in corsia di undici ore consecutive. “I medici dovrebbero essere celebrati, non commemorati” ha commentato emozionato il presidente Peperoni. Sono intervenuti, tra gli altri, il professor Antonio Bellastella, in rappresentanza del rettore della Sun Francesco Rossi e il preside della facoltà di Medicina della Federico II, professor Giovanni Persico. Presenti anche i membri del Consiglio direttivo dell’Ordine di Napoli.
Il giuramento quest’anno si è svolto nello stesso giorno in cui si celebra il centenario della Costituzione degli Ordini Medici. Per l’occasione in serata, sempre al teatro Mediterraneo, è in programma una serata benefica a favore degli ammalati dell’ospedale Santobono, con uno spettacolo musicale presentato dall’attore napoletano Patrizio Rispo, al quale interverranno numerosi artisti.
30.06.2010
Ufficio stampa Albatros-Iuppiter
081 193615000 Albatros News [albatrosnews@fastwebnet.it]
——————————-
Napoli, 28 Giugno 2010.
——————————-
L’Ordine dei medici compie 100 anni: al Teatro Mediterraneo festa di compleanno e cerimonia del Giuramento.
Sarà un evento a più dimensioni quello organizzato per mercoledì 30 giugno al Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare dall’Ordine dei Medici di Napoli e dalla FNOMCeO. Perno della manifestazione sarà la celebrazione del Centenario (1910 – 2010) della legge istitutiva degli Ordini Sanitari dei Medici Chirurghi.
Dunque 100 anni di storia dell’ente ordinistico da festeggiare degnamente. Ma non solo.
Ad aprire la scaletta della giornata sarà, infatti, alle ore 10 l’annuale e tradizionale Cerimonia del Giuramento di Ippocrate che suggellerà simbolicamente l’esordio nella professione di circa 400 neolaureati in Medicina e Odontoiatria: alle nuove leve saranno consegnati il distintivo con il logo ordinistico e una riproduzione del testo originale del giuramento ippocratico.
In occasione del solenne impegno che i neodottori sono chiamati a pronunciare, il dott. Gennaro Rispoli commenterà immagini sulla storia della medicina: «Le radici del futuro» è il titolo dell’intervento.
Non mancherà, poi, un risvolto sociale di alto profilo.
La conclusione delle celebrazioni è, infatti, affidata in serata ad uno spettacolo di beneficenza (inizio alle ore 20.30) il cui ricavato sarà devoluto alla fondazione
«Santobono Pausilipon» per progetti assistenziali destinati ai piccoli degenti, ai loro genitori e all’associazione «L’altra Napoli» la cui azione sarà presentata con un video.
Lo show, condotto da Patrizio Rispo, prevede poesia, musica, danza, cabaret e imitazioni.
Nell’agenda della giornata, infine, figura anche una mostra d’arte con opere dei medici-pittori dell’Associazione Medarte: i quadri verranno esposti dalle 9 alle 22 nel foyer del teatro mentre un’estemporanea di pittura avrà luogo all’esterno.
I proventi delle opere vendute saranno devoluti a organizzazioni onlus.
In calce alla manifestazione i saluti del presidente dei medici partenopei Gabriele Peperoni.

——————————–
Napoli, 27 giugno 2010
——————————–
Ordine dei Medici: Peperoni, “stop a morti bianche, medici sotto stress”
“L’ultimo doloroso episodio di morte bianca avvenuto all’ospedale Cardarelli non può lasciare indifferenti, bisogna rivedere i carichi di lavoro dei medici per evitare altre tragedie”. Il presidente dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri di Napoli, Gabriele Peperoni, esprime il cordoglio per la morte di Filippo Minieri, primario del reparto di chirurgia endovascolare del Cardarelli stroncato da un infarto dopo undici ore di corsia. “Siamo vicini alla sua famiglia – continua Peperoni -. Il problema va affrontato. Non si può lavorare a ritmi così sostenuti, il personale medico è sotto stress, sono necessarie forze fresche, chi ha ruoli di responsabilità dovrà tenerne conto”.

da: Albatros News [albatrosnews@fastwebnet.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.