“Il progetto MAC è un esempio di come possono essere spesi al meglio i fondi europei. Da un lato abbiamo valorizzato 52 ettari di terreno in un sistema di integrazione urbana e innescato un processo di ritorno alle tradizioni agricole coinvolgendo gli stessi giovani del territorio, dall’altro abbiamo riqualificato una piazza e dei locali che erano abbandonati da tempo. Ma c’è anche un terzo aspetto positivo: il progetto non è stato fine a se stesso, ma abbiamo dato continuità affidando ad un concessionario per 25 anni l’utilizzo dei locali e dei terreni e assicurando una formazione continua dei giovani e un’azione di inclusione sociale per gli abitanti di Monterusciello. La sfida continua”.

Lo ha detto il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia intervenendo nel pomeriggio nella piazza Agro-City in via de Curtis, dove ha avuto luogo la “Festa del vino novello”, che è stata una sorta di imprimatur dato al raggruppamento temporaneo di imprese che si occuperà della valorizzazione dei terreni con l’obiettivo principale di creare un grande parco agricolo aperto e un polo produttivo riconosciuto.

All’evento hanno partecipato anche le scuole del territorio, con alcune classi per ogni istituto scolastico che in mattinata, accompagnati dagli insegnanti e dall’assessore alla Pubblica Istruzione Antonio Minieri, hanno potuto prendere visione dell’importanza di conservare le tradizioni agricole e di come, in particolare, l’uva viene trasformata in vino.

“Il nostro progetto è stato riconosciuto dalla Comunità Europea come del tutto innovativo con la rigenerazione urbana dei suoli interstiziali di questo quartiere, messi a reddito con il recupero delle antiche colture come l’uva e il pomodoro cannellino flegreo – ha detto l’assessore al Governo del Territorio Roberto Gerundo -. La produzione è destinata a salire nei prossimi tempi grazie alla valorizzazione di questi terreni e dei prodotti di qualità a chilometro zero”.

Per l’intera giornata ci sono stati in piazza stand con l’esposizione dei prodotti, degustazioni di pietanze tipiche, incontri e dibattiti. Nel pomeriggio il dirigente del Comune di Pozzuoli Agostino Di Lorenzo ha spiegato come si è arrivati dal Progetto Mac alla gara di concessione dei terreni, mentre il sindaco Vincenzo Figliolia ha illustrato agli abitanti di Monterusciello l’azione messa in campo dall’amministrazione e le prospettive future.

Il raggruppamento temporaneo di imprese che darà continuità al progetto è composto dall’Azienda Vivaistica e Agricola Tammaro, da Royal Garden, Multicenter School, Azienda Agricola Tenuta Matilde Zasso e Agri Consulting Flegrea. Come partnership sono finora annoverate Punto Nave, eccellenza della ristorazione puteolana, e la Società Agricola Terra Nostra, specializzata in agricoltura biologica.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.