VINO: UN LIBRO PER CELEBRARE I 40 ANNI DELLA DOC ISCHIA
LA PIU’ ANTICA DOPO CHIANTI; PRESENTAZIONE A VITIGNO ITALIA
(ANSA) – ROMA, 15 mag – Un libro per celebrare i 40 anni
della doc Ischia, la piu’ antica d’Italia dopo il Chianti. Il
volume ‘Storia del vino d’Ischia. La viticoltura dell’isola
verde dai Greci a Salvatore D’Ambra’, edito da Imagaenaria, e’
stato scritto da Andrea D’Ambra, Margherita di Salvo e Antonella
Monaco, sara’ presentato a Napoli nel corso della manifestazione
‘Vitigno Italia’.
La scelta enologica di Ischia, d’altra parte, non e’ casuale.
”L’isola e’ stata la prima piattaforma dei vitigni greci in
Italia – spiega Luciano Pignataro, che ha curato l’introduzione
al volume – dunque una storia millenaria, ricca di suggestione
che non ha paragoni con nessun altro terroir: dai greci, ai
romani, agli aragonesi, ai Borbone, ai Savoia, sino ai giorni
nostri, l’Isola Verde e’ stata un punto fermo per la produzione
di vino di qualita’, estremo, che oggi vive un grande momento di
entusiasmo”. Al volume hanno lavorato Andrea D’Ambra, enologo e
titolare dell’ azienda piu’ antica di Ischia con oltre cento
anni di storia, la ricercatrice della facolta’ di Portici
Antonella Monaco e la glottologa Margherita Di Salvo che si e’
occupata di lessico delle vigne.
L’idea di un volume sul vino d’Ischia, come spiegano gli
autori, e’ sorta prima di tutto come riconoscimento del lavoro
degli studiosi del passato che, seppure dotati di pochi mezzi,
avevano delle geniali intuizioni. E’ questo il caso di Luigi
Nesbitt che, realizzando uno studio dettagliato sui vitigni
d’Ischia e sulla vocazionalita’ di ciascuna zona dell’isola, per
la prima volta rese oggettive le conoscenze empiriche dei
viticoltori isolani. Partendo da questo proposito, si e’ voluto
poi ampliare il campo delle ricerche alla storia, ai vitigni e
ai vini, al linguaggio delle vigne, anche per colmare un vuoto
temporale di oltre quarant’anni dall’ultima pubblicazione di
Salvatore D’Ambra del 1962. L’appuntamento è fissato per le 16
di lunedì nello spazio Ersac alla Mostra d’Oltremare.
Con gli autori ne parlano Ciro cenatiempo, Marco Starace, Vito Puglia
coordinati da Maristella Di Martino(ANSA).


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.