Importanza sociale e naturale dei funghi
di Umberto Violante
I funghi hanno una duplice importanza economica : una sociale e l’altra naturale. Alcuni sono utili all’uomo, come quelli delle fermentazioni, quelli che producono sostanze di applicazione farmaceutica ecc, altri contribuiscono attivamente all’economia naturale, in collaborazione con i batteri, a distruggere i resti animali e vegetali e a convertirli in nutrimento per le piante. Si potrebbe dire a conferma della loro importanza che se senza piante verdi non ci sarebbe la vita sulla terra, altrettanto senza funghi le piante verdi rimarrebbero prive di nutrimento. I funghi sono costituiti da un intreccio più o meno fitto di filamenti sottilissimi, le ife, che intrecciandosi formano il micelio. Di solito le ife si riuniscono in fasci radiciformi o a feltri, che diffondono nel terreno, si insinuano sotto la corteccia degli alberi all’interno del legno stesso, attorno alla radice quasi come una rete sottile e delicata.
In virtù della loro rapida e illimitata crescita e della forma filamentosa i funghi hanno con l’ambiente circostante relazioni profondamente diverse a quelle di qualsiasi gruppo di organismi. I funghi, attraverso i loro estesi miceli, possono determinare effetti marcati su certi aspetti dell’ambiente circostante. Infatti, il rapporto superficie/volume, nei funghi, è molto alto, ciò significa che essi, come i batteri, si trovano in intimo contatto con l’ambiente in cui vegetano. Tale intima relazione, tra il fungo, e l’ambiente circostante e sono importanti sia per la vita stessa dei funghi che per quella dei boschi.

Categorie: Il Contadino

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.