INCENDIO ALLA COOPERATIVA PASTAI GRAGNANESI.
I PRIMI IMPEGNI DELLA REGIONE.
GREMITA E PARTECIPATA ASSEMBLEA
PUBBLICA NELLA SALA GIUNTA DEL COMUNE DI GRAGNANO.

Forti, numerose e immediate le manifestazioni di solidarietà alla Cooperativa Pastai Gragnanesi, dopo l’incendio che ha devastato l’azienda. A partire dalla comunità di Gragnano che si è stretta attorno a quello che è un simbolo in città della volontà dei lavoratori di essere protagonisti e artefici dello sviluppo non solo locale, ma di “un opificio che ha portato la tradizione e la storia di Gragnano in tutto il mondo, con la qualità dei suoi prodotti e la serietà e competenza delle proprie maestranze”, come ha detto il Sindaco di Gragnano, Serrapica.
Presenti molti Assessori del Comune della costa del Vesuvio, i rappresentanti di Cgil-Cisl e Uil; una folta rappresentanza della Direzione della Legacoop Campania; Pier Luigi De Gregorio, Presidente Agci; Peppe Napolitano, dell’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Campania; Leopoldo Spedaliere, AD Tess; Vanda Spoto, Presidente Legacoop Campania; Salvatore Tessitore, Vice Presidente nazionale ANCPL-Legacoop; Giuliano Poletti; Presidente nazionale Legacoop; Giovanni D’Avino, Presidente Pastai Gragnanesi.. Telegrammi di sostegno ai soci della cooperativa dal Segretario regionale del PD, on. Tino Iannuzzi; dai Sindaci Vozza (Castellammare di Stabia) e Daniele (Portici), dal Sen. Russo, dal presidente della CCIAA di Napoli, Cav. Cola e da molti altri esponenti del mondo dell’impresa e dell’associazionismo.
Per tutti un duro doppio colpo: un colpo per il mondo produttivo ma pure per la società civile, un colpo a cui concordemente occorre dare una risposta immediata a difesa del lavoro e della legalità. Una solidarietà, dunque, che per tutti non può essere ne’ testimoniale, ne’ episodica, al punto che lunedì 30 giugno, nel pomeriggio, si aprirà un Tavolo di confronto in Regione a cui saranno presenti la Cooperativa Pastai Gragnanesi, il Comune di Gragnano, la Tess e la Legacoop Campania, per definire quali percorsi stabilire per riattivare al più presto possibile l’attività produttiva.
Poletti ha voluto portare personalmente, ai soci della Cooperativa la solidarietà e il sostegno dell’organizzazione. Il Presidente di Legacoop, ha ribadito che l’attività dovrà riprendere in tempi rapidissimi e nello stesso stabilimento oggi danneggiato. “Non siamo disinteressati ad altri percorsi ma la priorità, in questo momento, è ripartire subito. Bisogna riprendere in mano quella produzione per cui la cooperativa è nata, una tradizione che ne ha fatto un’eccellenza e un fiore all’occhiello non solo per la città ma per la cooperazione tutta. In quello stabile è nata 28 anni fa e da qui dovrà ricominciare, coniugando tradizione e innovazione, perché abbiamo bisogno dell’artigiano ma anche della grande industria. I Pastai Gragnanesi possono felicemente mettere insieme queste due cose, ripartendo da lì dove qualche mano scellerata ha pensato di fermarli”. Ed a fermarsi i soci de la cooperativa, come tutti la chiamano a Gragnano, non ci pensano proprio, lo hanno ripetuto chiaramente Giovanni D’Avino e Vanda Spoto ed a manifestazione conclusa i soci e lavoratori della Pastai Gragnanesi erano già tutti davanti alla fabbrica, che rimane sotto sequestro per le indagini degli inquirenti, per discutere il da farsi, per ribadire che “non si chiude e non ci si sposta”.
Napoli, 28 giugno 2008

———————-

INCENDIO ALLA COOPERATIVA PASTAI GRAGNANESI. DOMANI ALLE 11.00 ASSEMBLEA PUBBLICA AL COMUNE DI GRAGNANO.
Immediate le manifestazioni di solidarietà alla Cooperativa Pastai Gragnanesi dopo l’incendio che ha devastato l’azienda. Domani, 28 giugno, alle ore 11.00, presso la sede del Comune di Gragnano, si svolgerà un’assemblea pubblica, a cui parteciperanno oltre al presidente della Cooperativa Giovanni D’Avino e ai lavoratori e soci della Pastai Gragnanesi, il Sindaco Michele Serrapica; l’Assessore al Lavoro della Provincia di Napoli, Bernardo Tuccillo; Leopoldo Spedaliere, AD Tess Costa del Vesuvio; Nino Daniele, Sindaco Comune di Ercolano; la Presidente della Legacoop Campania Vanda Spoto e il Presidente Nazionale della Legacoop, Giuliano Poletti. Poletti vuole portare personalmente la propria solidarietà ai soci della Cooperativa per testimoniare la solidarietà dell’organizzazione ed assicurarne il sostegno affinché la cooperativa possa riprendere al più presto la produzione.
In un comunicato diffuso oggi dalla Presidenza Nazionale Legacoop, infatti, si legge:“La Presidenza Nazionale di Legacoop esprime la propria solidarietà al Presidente Giovanni D’Avino ed a tutti i soci e lavoratori della cooperativa Pastai Gragnanesi per l’incendio che ha prodotto gravissimi danni ai macchinari dell’azienda, provocando l’interruzione dell’attività. La Presidenza condanna con forza l’inquietante episodio, che colpisce un’esperienza imprenditoriale di valore, cresciuta nel segno della qualità delle produzioni, e chiede agli inquirenti un forte impegno per individuare e punire i responsabili del gesto.
La Presidenza Nazionale di Legacoop annuncia che il Presidente Nazionale Giuliano Poletti si recherà in visita alla cooperativa nella mattina di domani”
Napoli, 27 giugno 2008

————————-
Napoli, 26 giugno 2008
QUESTA NOTTE INCENDIO ALLO STABILIMENTO DEI PASTAI GRAGNANESI. DISTRUTTA LA SALA MACCHINE DOVRA’ FERMARSI PER MESI LA PRODUZIONE.
Questa notte, a Gragnano (Napoli) si è sviluppato un incendio all’interno dello stabilimento della Cooperativa Pastai Gragnanesi, un edificio a tre piani dove dal 1980 si produceva pasta di altissima qualità (esportata persino in Giappone), riprendendo la storica lavorazione artigianale della città.
I danni sono ingentissimi: infatti, sono andati distrutti: al piano terra i locali dell’amministrazione; al primo piano la sala macchine e al secondo piano parte della sala dell’essiccamento.
“Una vera tragedia – dice il presidente della cooperativa, Giovanni D’Avino – senza la sala macchine la produzione si ferma e qui lavorano 20 persone”.
Intanto, sono in corso le indagini dei Carabinieri e non si esclude che l’incendio possa essere di carattere doloso.
Ferma la reazione dei lavoratori che chiedono la solidarietà degli enti locali e del mondo del lavoro: qualunque sia la natura di questo incendio non intendono fermarsi e metteranno in atto tutte le misure necessarie affinché la fabbrica possa riprendere le attività al più presto.
Napoli, 26 giugno 2008

INFO
Ufficio Stampa Legacoop Campania
Anna Ceprano
081 606 30 54 – 339 48 19 921
ufficiostampa@legacoopcampania.it
annaceprano@gmail.com


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.