21 SETTEMBRE 2005 CONVEGNO SUGLI IMMIGRATI IN CAMPANIA.
Venerdi, 23 settembre, con inizio alle ore 9,30 presso la sede dell’assessorato alle Politiche Sociali-Problemi dell’Immigrazione in via Marina 19/C (Palazzo Armieri, 1° piano) l’Assessora Rosa D’Amelio presenterà la ricerca realizzata dalla Facoltà di Sociologia dell’Università agli studi di Napoli sulla “Presenza immigrata in Campania: evoluzioni e processi di stabilizzazione”.
Saranno , altresì, presentati una serie di strumenti informativi (brochure, spot televisivi) realizzati dall’Assessorato in collaborazione con l’Associazione Cidis Onlus, utili a chiarire le modalità di accesso alla Carta di Soggiorno, uno strumento riservato ai cittadini immigrati regolarmente soggiornanti in Italia ed in particolare in Campania da almeno sei anni.
SI CHIEDE LA PARTECIPAZIONE DEI MASS MEDIA AL FINE DI UNA PROFICUA COLLABORAZIONE TESA ALLA CAPILLARE DIFFUSIONE DEGLI STRUMENTI INFORMATIVI PER L’UTILIZZO DELLA CARTA DI SOGGIORNO.
21 SETTEMBRE 2005 SASSI CONTRO TRENO DELLA SEPSA: DICHIARAZIONE DELL’ASSESSORE CASCETTA
In riferimento alla notizia dell’identificazione e denuncia da parte delle forze dell’ordine dei presunti autori della sassaiola avvenuta lunedì scorso contro un treno della Sepsa a Pozzuoli, l’Assessore ai Trasporti della Regione Campania, Ennio Cascetta, ha rilasciato la seguente dichiarazione:
“Esprimiamo soddisfazione e apprezzamento alle forze dell’ordine per la tempestività ed efficacia ancora una volta dimostrata in quest’occasione. Ci auguriamo che questa notizia sia d’esempio e di monito per prevenire gli atti di vandalismo e teppismo che si verificano a bordo dei treni e nelle stazioni, e annunciamo fin da ora che ci costituiremo parte civile con la Sepsa nell’eventuale processo penale”.
SETTEMBRE 2005 DICHIARAZIONE DELL’ASSESSORE COZZOLINO SULLA VERTENZA FINMEK.
L’assessore alle Attività Produttive e all’Agricoltura, Andrea Cozzolino, è intervenuto sulla vertenza del gruppo Finmek, che riguarda gli stabilimenti di Santa Maria Capua Vetere e Pagani per un totale di circa 1000 lavoratori:
“Le notizie che giungono da Roma – dichiara l’Assessore – non sono positive: il commissario del gruppo ha preannunciato la chiusura degli stabilimenti campani per mancanza, a quanto pare, di imprenditori interessati a rilevarli. Eppure, era stato lo stesso commissario a dire che i due siti erano competitivi e i lavoratori dotati di alte capacità professionali.
Bisogna impegnare tutte le forze ancora disponibili per evitare il fallimento.
E questo lo si può ancora fare con un progetto industriale che garantisca prospettive di sviluppo ai due stabilimenti. E’ necessario, tuttavia, un forte impegno del Governo e, in particolare, del Ministero delle Attività Produttive cui avevo scritto due settimane fa. La Regione continuerà a fare la propria parte. Ma è necessario un coinvolgimento diretto. Avevamo chiesto, insieme con il Presidente della Provincia di Caserta, un incontro ravvicinato tra Istituzioni. Restiamo ancora in attesa di una convocazione per individuare soluzioni condivise per evitare la chiusura dei due stabilimenti campani”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.