2 NOVEMBRE 2005 – PROGETTI PER LA SICUREZZA URBANA: FINANZIATI 33 PROGETTI PER OLTRE 1 MILIONE E MEZZO DI EURO.
E’ stata pubblicata su Bollettino Ufficiale n. 54 del 24 ottobre 2005 la graduatoria dei Comuni beneficiari dei finanziamenti per la realizzazione dei progetti di sicurezza urbana integrata previsti dalla legge regionale n.12 del 13 giugno 2003.
Con i 1.629.762, 00 si finanziano un totale di 33 progetti facenti capo a circa 40 Comuni, di tutte le province campane.
Tre gli ambiti di intervento che il bando, pubblicato sul BURC del 10 gennaio 2005, ammetteva a finanziamento: miglioramento della sicurezza degli spazi pubblici e delle condizioni di vita nelle città, attraverso azioni di animazione, educazione alla legalità e prevenzione degli episodi criminali; aiuto alle vittime di reato e riduzione del rischio di episodi di criminalità ed inciviltà ed, infine, realizzazione di servizi innovativi volti a migliorare i modelli organizzativi e operativi, la vicinanza alla comunità e la capacità di interagire con gli altri attori della sicurezza da parte delle Polizie locali.
Per la prima volta, fra le altre amministrazioni, vengono finanziati tre Comuni capoluogo. A Benevento si interverrà sulla prevenzione del fenomeno della violenza nelle manifestazioni sportive, grazie ad un progetto che prevede la realizzazione di un centro giovanile per la formazione, l’informazione e l’aggregazione delle tifoserie.
Ad Avellino, con un progetto riguardante il fenomeno dell’usura, si realizzeranno servizi di aiuto e azioni di diffusione di pratiche di prevenzione del fenomeno, presso i più giovani. La città di Salerno, poi, ha presentato un progetto che promuove la conoscenza dei fenomeni dell’immigrazione e dell’interculturalità presso le nuove generazioni al fine di favorire l’integrazione e la civile convivenza.
“I Progetti di sicurezza urbana intergrata che andiamo a finanziare, per natura ed articolazione, sono quest’anno, ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza delle città Andrea Abbamonte, molto interessanti. Abbiamo registrato una crescita nella qualità progettuale delle amministrazioni, grandi e piccole, presentatesi in forma associata o meno. Grande interesse ha destato presso le amministrazioni, la possibilità di realizzare sistemi di videosorveglianza, ma anche interventi tesi ad affrontare il tema della sicurezza in maniera più onnicomprensiva. Abbiamo, dunque, dato riscontro positivo alle istanze di messa in sicurezza, premiando i progetti che vi abbinavano azioni di prevenzione che intervengono sulle componenti culturali e sociali, sulle cause in senso ampio e sui soggetti più esposti”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.