LONARDO, DA LEGGE SU DIGNITA’ SOCIALE PIU’ RISORSE AI COMUNI PER MIGLIORE E PIU’ INTEGRATA ASSISTENZA AGLI ANZIANI . NAPOLI, 4 LUGLIO 2005 – Il presidente del Consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo, ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della Rsa, la Residenza sanitaria assistenziale realizzata nel Comune Molinara (Benevento). La struttura, capace di 20 posti, ospiterà pazienti oltre i sessantacinque anni non autosufficienti, che non possono essere curati e assistiti in famiglia. La Rsa e’ stata realizzata dalla Asl Benevento 1 in una palazzina concessa in comodato d’uso gratuito dalla Fondazione-Onlus ‘Attilio Emanuele’, che sempre a Molinara gestisce da 30 anni una casa di riposo per anziani autosufficienti.
‘’Sono certa che in questo luogo, posto in uno dei centri più suggestivi della nostra provincia, si possa dare sollievo a quanti vi alloggeranno, ma anche un sostegno concreto alle famiglie – ha detto il presidente Lonardo, intervenuta dopo il tradizionale taglio del nastro -. La legge regionale n. 8 del 22 aprile 2003, che detta le linee di indirizzo sull’assistenza residenziale e semiresidenziale per anziani, disabili e cittadini affetti da demenza, rappresenta una pietra miliare nella legislazione delegata, in quanto risponde direttamente, in termini innovativi, a vecchie esigenze. La legge – ha aggiunto Lonardo – mette al centro la persona, costruendole attorno, in forma integrata, le condizioni per una vita più dignitosa’’.
Il presidente del parlamentino campano ha quindi sottolineato l’esigenza di approvare subito, ‘’con qualche aggiustamento’’ la nuova legge regionale sulla ‘dignità e cittadinanza sociale’ (la proposta di legge, licenziata dalla giunta, e’ già al vaglio della Commissione competente). Un ‘’aggiustamento’’ che per Lonardo si rende necessario per garantire ai Comuni le necessarie risorse finanziarie nel campo dell’assistenza sociale. ‘’Occorre – ha insistito Lonardo – mettere i Comuni nelle condizioni di investire sulle risorse umane al servizio di centri come quello inaugurato oggi, qui a Molinara. A tal fine servono risorse finanziarie adeguate, per offrire agli anziani, specialmente quelli non autosufficienti, non solo la migliore assistenza sanitaria, ma anche una valido supporto sociale, per dare loro, appunto, dignità sociale. La legge dovrà garantire a strutture come la Residenza sanitaria assistenziale per anziani di Molinara (come pure di Morcone e di quelle che verranno presto aperte a San Marco dei Cavoti e Pietrelcina) tutti gli strumenti necessari per realizzare una migliore qualita’ di servizi, non solo strettamente sanitari, per ‘donare’ ai nostri anziani le migliori condizioni di vita’’.
Alla inaugurazione della Rsa di Molinara hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Molinara, Maria Cirocco, i consiglieri regionali sanniti, Fernando Errico e Mario Ascierto della Ratta, il direttore generale dell’Arsan, Francesco Tancredi, il direttore generale dell’Asl Bn 1, Mario Scarinzi, il direttore sanitario di San Bartolomeo in Galdo, Domenico Iuliano. Il sindaco di Molinara ha annunciato che il comune (2mila abitanti) diventerà il ‘triangolo d’argento’, perchè presto, oltre alla casa di riposo per anziani e alla Rsa inaugurata oggi, ospiterà anche un Centro diurno per anziani, finanziato con fondi Ue (costruzione gia’ avviata).


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.