BASSOLINO: PORTO AVANTI IL MIO IMPEGNO
“Porto avanti, assieme alla nuova giunta, il mio impegno per Napoli e per la Campania. E’ una giunta in gran parte nuova che è stata formata nel pieno dell’emergenza rifiuti per dare un forte segnale di rinnovamento e di cambiamento. Siamo impegnati ogni giorno sul fronte dei rifiuti assieme al governo e al commissariato. Lavoriamo intensamente per risanare la sanità, rilanciare la nostra economia e attivare il nuovo ciclo di fondi europei concentrandoli su grandi priorità strategiche come le infrastrutture materiali, immateriali e sociali. “E’ dovere di tutti muoversi con senso di responsabilità, a Napoli come altrove, e con la giusta e doverosa distinzione tra partiti e istituzioni”.

CASO NAPOLI, INTERVENGONO CINQUE ASSESSORI REGIONALI
“CONFRONTO SUI PROBLEMI. NO A QUESTO DIBATTITO CONFUSO E POCO TRASPARENTE”
Mariano D’Antonio, assessore al Bilancio, Lilly De Felice, assessore alle Politiche sociali, Walter Ganapini, assessore all’Ambiente, Nicola Mazzocca, assessore all’Università e Ricerca Scientifica e Claudio Velardi, assessore al Turismo e ai beni Culturali intervengono sulle polemiche di questi giorni riguardanti la situazione politica di Napoli e la Campania.
“Stiamo lavorando da dieci mesi, mettendo a disposizione le nostre competenze professionali, per affrontare la difficile realtà campana – spiegano i cinque tecnici di Palazzo Santa Lucia – facendoci carico con lealtà dell’azione svolta negli anni precedenti, delle luci e delle ombre che l’hanno segnata. Insieme agli altri assessori, stiamo innovando con decisione metodi e scelte nel governo regionale, nel quadro di una svolta che Antonio Bassolino ha voluto e sostiene. I risultati cominciano a vedersi anche nelle scelte più complesse: dalla progettazione dei Fondi europei alle politiche di bilancio, dagli investimenti alle misure di razionalizzazione della spesa in comparti fondamentali. Azioni che svolgiamo attraverso un nuovo dialogo con le forze produttive e sociali della regione.
“Il nostro lavoro è sempre suscettibile di approfondimenti critici, tanto più in questi momenti difficili. L’importante è che la discussione si svolga entrando nel merito dei problemi, nell’interesse dei cittadini della Campania. Mentre non è giusto e neppure tollerabile che il dibattito pubblico si svolga in modo confuso e poco trasparente, annegando in un unico calderone accuse indistinte e generiche alle istituzioni locali”, concludono i cinque assessori.
REGIONE CAMPANIA. COMUNICATI UFFICIO STAMPA DEL 5 DICEMBRE 2008


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.