ASSAGGI DI TEATRO
Roma, Teatro Quirino
dal 9 dicembre 2008 al 4 gennaio 2009

Assessorato alle Politiche
della Cultura e della Comunicazione
ASSAGGI DI TEATRO
Incontro di gusto fra Roma gourmet Il Convivio Troiani e il divo Garry
9 dicembre 2008 – 4 gennaio 2009.
Una prospettiva diversa da cui guardare uno spettacolo teatrale, ma anche un percorso di gusto
tra le proposte di alcuni grandi chef della capitale.
Per vivere la città appieno,con tutti i sensi, sul filo dell’intenso legame, dal sapore antico, che unisce cultura e
cibo. Un incontro di gusto, dunque, tra i maestri della scena e gli artisti della cucina,
ideato da Maria Luisa Basile con la complicità degli chef Agata Parisella, Anthony Genovese,
Alfonso e Livia Iaccarino, Massimo Riccioli, Angelo Troiani
l’Angelo custode del maiale
Suggestioni pirandelliane alla tavola dei Troiani.
Un maialino e un uomo dal naso storto bevono al bar. Inizia così la performance di Assaggi di
Teatro dedicata a Il divo Garry – nella quale Angelo Troiani cucina per le feste uno dei suoi alimenti feticcio, il maiale, dimostrando come uno (nessuno mai) centomila sapori si possono scoprire in uno stesso cibo.
Tutti i piatti e i vini Feudi della Medusa abbinati si possono assaporare con gli occhi su Roma gourmet alla pagina
http://www.roma-gourmet.net/sito/?p=7452
Assaggi di… ceci e cumino
rigorosamente biologici
La performance gastronomico-teatrale de Il Convivio Troiani culmina in un piatto preparato con ingredienti biologici di alta
qualità: gli Stracci di farina Kamut bio al cumino con ceci e brodo di maiale dedicati da Angelo Troiani ad Assaggi di Teatro e abbinati al vino Cannonau 2004
Feudi della Medusa. La ricetta viene regalata nel foyer del teatro Quirino dal 9 dicembre al
4 gennaio e si scarica gratuitamente da Roma gourmet:
http://www.roma-gourmet.net/sito/?p=7467 main sponsor in collaborazione. Si ringraziano
Babayaga – Stracci di farina Kamut biologica al cumino con ceci e brodo di maiale piatto dedicato dallo Chef Angelo Troiani del ristorante Il Convivio Troiani – Roma allo spettacolo Il divo Garry per “Assaggi di Teatro”
“Carni di porcu e cavuli dill’ortu
chi non di mangia è n’omu mortu”
carne di porco e cavoli dell’orto,
chi non ne mangia è un uomo morto.
Il piatto è in Menu dal 9 dicembre al 4 gennaio al ristorante Il Convivio Troiani in vicolo dei Soldati 31 – tel. 06. 6869432
La ricetta del piatto può essere scaricata gratuitamente da Roma gourmet:
http://www.roma-gourmet.net/sito/?p=7467
—————–
LO SPETTACOLO
—————–
La Contrada – Teatro Stabile di Trieste
GIANFRANCO IANNUZZO
IL DIVO GARRY
di Noel Coward
traduzione di Masolino d’Amico
con la partecipazione di DANIELA POGGI e con Paola Bonesi, Davide Calabrese, Sandra Cosatto, Gualtiero Giorgini,
Adriano Giraldi, Alberta Izzo, Maurizio Repetto, Danila Stalteri
scene Andrea Stanisci
costumi Fabio Bergamo
musiche Massimiliano Forza
regia FRANCESCO MACEDONIO
Una commedia brillante e sofisticata IL DIVO GARRY scritta nel 1939 da una penna pungente e disinibita come quella di Noël Coward. Il testo, finemente autobiografico, fu interpretato alla sua prima messa in scena, dallo stesso autore che, nel ruolo del protagonista, un giovane attore di successo, carismatico e bizzarro, si trova alle prese con una corte spietata di attrici improvvisamente seduttrici, ammiratori impazziti, produttori spregiudicati. A completare un quadro, sorprendentemente contemporaneo, dei meccanismi dello show business, invece ambientato e calato negli anni Trenta, la pazienza di una segretaria protettiva e l’equilibrio di una gelida ex-moglie, Liz, donna pratica e concreta che, pur avendo lasciato anni prima il marito, continua a prendersi cura di lui nonché della sua carriera artistica.
Un vezzo quello di raccontare il teatro e i suoi retroscena che il regista Francesco Macedonio si concede per sottolineare le note brillanti e i temi più profondi del testo, ottenendo un nuovo vigore ed affidandolo alla brillante interpretazione di Gianfranco Jannuzzo e Daniela Poggi. L’attore, abile e capace nell’affrontare bellissimi monologhi, preferisce mettere in evidenza una comicità che nasce dal contrasto tra la banalità delle battute ed il contesto in cui vengono pronunciate. L’attrice, presenza soavemente diabolica nei panni dell’altera ex-moglie, diventa a sua volta protagonista di un finale a sorpresa. Più ricco di un vaudeville ma altrettanto divertente e movimentato, lo spettacolo, costruito con attenzione per ritmo e colori, si popola di una gamma ampia di personaggi e figure sapientemente caratterizzati. La traduzione di Masolino d’Amico inoltre, assicura alla lingua quella necessaria purezza per apprezzare l’autore come un precursore di Harold Pinter.
Quasi come un classico dunque il testo tuttavia in Italia appare ancora tutto da riscoprire; all’estero, invece i testi di Coward possono già vantare le interpretazioni di attori del calibro di Richard Burton, Laurence Olivier ed Elizabeth Taylor, e continuano ad essere rappresentati ovunque: Present laughter è uno dei grandi successi a Londra di questa stagione, tuttora in scena al National Theatre. Una fortuna che risiede nella ricchezza delle trame e dei dialoghi, rivisitati alla luce della modernità, con un occhio attento al congegno teatrale.

GLI ATTORI
Riveste i panni del protagonista Gianfranco Jannuzzo, nato ad Agrigento, si trasferisce a Roma nel 1967 e si diploma nel 1982 al Laboratorio di Esercitazioni Sceniche diretto da Gigi Proietti. La sua carriera di attore spazia dalla commedia brillante ai testi classici, con una versatilità davvero rara nel panorama teatrale italiano. Negli anni ‘80 partecipa a diverse fortunate produzioni: Applause di Comden-Green con Rossella Falk, regia di Antonello Falqui; Tito Andronico di Shakespeare con Turi Ferro, regia di Gabriele Lavia; Come mi piace, interpretato e diretto da Gigi Proietti; Venexiana con Valeria Moriconi, regia di Maurizio Scaparro. Diretto da Pino Quartullo, porta in scena due testi propri, Bagna&Asciuga e C’è un uomo in mezzo al mare. Diretto da Garinei, lavora con Gino Bramieri in Gli attori lo fanno sempre di Terzoli&Vaime, Foto di gruppo con gatto e Se un bel giorno all’improvviso di Fiastri&Vaime. Sempre per la regia di Garinei è il protagonista dello spettacolo Alle volte basta un niente di Vaime, a fianco di Claudia Koll, di Due ore sole ti vorrei di Vaime e Verde e di Se devi dire una bugia dilla grossa di Ray Cooney, con Paola Quattrini, che affiancherà ancora nella commedia È molto meglio in due di Fiastri e Vaime, regia di Garinei. Recentemente ha recitato nel testo che ha scritto con Renzino Barbera Nord & Sud, per la regia di Quartullo, e in Liolà di Pirandello con Manuela Arcuri, per la regia di Gigi Proietti.

L’affidabile e affascinante Liz ha invece il volto di Daniela Poggi che esordisce a teatro poco più che ventenne accanto a Walter Chiari e Gino Bramieri, per passare poi ai testi impegnati e drammatici di Julius Pfeiffer (Conoscenza carnale) e Arthur Miller (Una specia di storia d’amore, L’ultimo yankee). Dagli anni ‘90 è stata interprete di diversi ruoli, fra i quali L’amico di tutti di Bernard Slade, a fianco di Johnny Dorelli, presentato alcune stagioni or sono alla Contrada; successivamente è stata prima la Medea di Grillparzer e poi Tina Modotti (Perché il fuoco non muore. La vita agra di Tina Modotti di F. Niccolini), entrambi per la regia di Beppe Arena. Nel cinema, dopo le prime commedie dirette da Steno, Pasquale Festa Campanile, Luciano Salce, ha interpretato diversi film drammatici come La cena di Ettore Scola (1998) o Un caso di incoscienza di Emidio Greco (1985), lavorando anche con importanti autori stranieri come Claude Chabrol e Hector Babenco. Di recente è comparsa ne La memoria divisa di Bonicelli e Notte prima degli esami di Brizzi; mentre è ancora in sala Il passato è terra straniera di Daniele Vicari con Elio Germano e Marco Baliani. Sul piccolo schermo è stata interprete di molti serial di successo (I ragazzi di celluloide, Voglia di volare, Una donna per amico, Incantesimo, Paolo di Tarso, Le 5 giornate di Milano, Una notte con Zeus, Il Maresciallo Rocca e Capri) e per diversi anni è stata la conduttrice della trasmissione di RAI 3 Chi l’ha visto?.

Gli altri interpreti dello spettacolo sono Gualtiero Giorgini nel ruolo di Fred, Paola Bonesi che interpreta l’efficiente Monica; Sandra Cosatto nel doppio ruolo di Miss Erickson e di Lady Saltburn; Davide Calabrese nei panni di Morris e Adriano Giraldi in quelli di Henry; Alberta Izzo dà vita al ruolo di Daphne e Maurizio Repetto e Danila Stalteri nei panni di Roland e Joanna.

IN TOURNÉE
Lo spettacolo, dopo Roma sarà: a Gemona e Cividale l’8 e 9 gennaio 2009; a Vercelli l’11, a Mestre dal 14 al 18; ad Imola dal 20 al 25; a Vigevano dal 30 gennaio al 1° febbraio; a Genova dal 5 all’8 febbraio; di seguito al sud a Crotone l’11 e il 12; a Reggio Calabria dal 13 al 15; Rende 17 e 18; Benevento il 20; Salerno 21 e 22; poi nelle Marche a Civitanova Marche il 25 e 26; fino a Campobasso il 28 febbraio e il 1° marzo 2009.
Per informazioni e prenotazioni biglietteria del teatro tel. 06/6794585 (ore 10/19 – lunedì riposo)
inizio spettacoli serali ore 20.45
repliche pomeridiane ore 16.45: mercoledì 10/12; domenica 14/12; giovedì 18/12; domenica 21/12; venerdì 26/12; domenica 28/12; domenica 4/01/2009
FESTE DI NATALE: chiuso dal 22 al 25 dicembre compreso e giovedì 1° gennaio – mercoledì 31 dicembre replica ore 19.30

da: ETI Ufficio Stampa Silvia Taranta, Bianca Vellella 06/44013239.258
Ufficio Stampa Compagnia Cristina Rastelli 336/344192

Categorie: Il Contadino

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.