Il Pittore Luca Battini ricostruisce attraverso la pittura il periodo delle gloriose Repubbliche Marinare

I dipinti di duchi, paggi e guerrieri, con gli sfondi della Costiera,
in mostra da domani 9 settembre
negli Antichi Arsenali di Amalfi freschi di restauro

I segreti dell’antica pittura approdano ad Amalfi per riscrivere attraverso colori a olio e carboncini i fasti dell’epoca ducale. L’associazione Bell’Arte con il patrocinio del Comune di Amalfi ed altre importanti istituzioni, rievoca attraverso la pittura il periodo delle gloriose Repubbliche Marinare. A ricostruire le tappe di un glorioso passato, particolarmente legato alla città di Amalfi, sono le opera di un eccezionale maestro d’arte italiano, custode ed interprete contemporaneo delle antiche tecniche pittoriche: Luca Battini, che nel centro storico di Pisa, altra repubblica marinara, sta realizzando un grande affresco (circa 200 metri quadri) in onore di San Ranieri (1118- 1161), patrono della città,
La maggior parte dei dipinti e disegni, che saranno esposti da domani (9 settembre e fino al 10 ottobre) ruotano, infatti, intorno al mega affresco che Battini sta realizzando a Pisa e riaffermano il legame della Repubblica Amalfitana con l’Ordine dei Cavalieri di Malta, di cui San Ranieri condivise e testimoniò i valori fondanti, recandosi pellegrino in Terra Santa.

Fu proprio frate ospedaliero, il Beato Gerardo Sasso da Scala, a fondare nell’XI secolo l’Ordine dei Cavalieri di S. Giovanni di Gerusalemme (poi divenuto Sovrano Militare Ordine di Malta), che accudiva in Terra Santa pellegrini, malati e bisognosi nell’ospedale xenodochio.

Il monumentale affresco, che ha suscitato l’interesse dei media italiani e stranieri (BBC, RAI, La Nazione, Avvenire, The Week, The Daily Telegraph, The Indipendent, The New York Sun), conterà oltre 250 personaggi ritratti dal vero, che per l’occasione hanno posato indossando i costumi storici della prestigiosa Fondazione Cerratelli (presieduta da Franco Zeffirelli).
Tra i personaggi illustri raffigurati il Gran Maestro ed altri importanti membri dell’Ordine di Malta.
Significativo, inoltre, l’apprezzamento al progetto espresso dal Direttore dei Musei Vaticani, Antonio Paolucci. L’inaugurazione della prima tagliata (porzione di affresco) è prevista nel 2011, in occasione delle celebrazioni per gli 850 anni dalla morte di S. Ranieri, mentre il completamento dell’opera è previsto per il 2012.

“Questa di Amalfi è una delle tappe divulgative fondamentali di un progetto monumentale volto a preservare e rivalutare la grande tradizione pittorica italiana – avverte il presidente di Bell’Arte, Angelo Criscuoli – L’affresco sarà realizzato, infatti, con materiali e tecniche rinascimentali, sapientemente riproposti dal maestro Battini secondo l’antica maniera: dalla preparazione della parete con rena d’Arno e grassello di calce spenta tre anni, ai pigmenti naturali purissimi macinati manualmente e miscelati con leganti organici”.

La mostra, che costituisce un’occasione imperdibile per ammirare opere di straorinaria fattura in uno degli scenari più suggestivi del Mezzogiorno, prevede una serie di iniziative collaterali. Oltre alla cerimonia di inaugurazione della mostra in programma domani, giovedì 9 settembre (ore 19.00) e alla quale parteciperanno i sindaci di Amalfi e di Pisa, gli organizzatori dell’evento hanno inoltre previsto un incontro pubblico con l’autore (Venerdì 10 settembre alle ore 19.00) e una lezione pratica di disegno del Maestro Battini (Sabato 11 settembre dalle ore 10.00 alle ore 13.00). Sempre sabato, alle ore 19.00, premiazione dei disegni su Carta d’Amalfi realizzati dai partecipanti.

Per partecipare alla lezione pratica occorre prenotarsi entro venerdì 10 settembre (info 340.5047106 – 392.4448969). Ogni partecipante dovrà presentarsi munito di: fusaggine (carboncino non grasso), gomma pane, lapis B, supporto in legno (pannello in compensato di circa cm 40×50 e spessore 1 cm).

La mostra dal titolo “Luca Battini: I segreti dell’antica pittura – Dipinti e disegni preparatori per un grande affresco” sarà ad ingresso libero (ore 19 – 23) tutti i giorni presso gli Antichi Arsenali della Repubblica Info: 340 5047106 (www.quadribellarte.it)

Luca Battini
Nel panorama artistico contemporaneo, Luca Battini può essere senza dubbio inquadrato tra gli artisti più sensibili al fascino della “Pittura Colta”, movimento italiano teorizzato negli anni ‘80 dal critico d’arte Italo Mussa nell’ambito del postmodernismo, quale reazione alle estreme sperimentazioni dell’arte concettuale, che, dagli anni ‘70 ad oggi, con esiti spesso finalizzati più al sensazionalismo che alla ricerca, ha contribuito ad azzerare l’uso dei mezzi più tradizionali della pittura e della scultura.
Proprio l’eccezionale maestria raggiunta da Battini ha spinto Gli Amici dei Musei e Monumenti Pisani a farsi promotori (col patrocinio del Ministero per i Beni e Attività Culturali, della Federazione Italiana degli Amici dei Musei, dell’Arcidiocesi, del Comune e della Provincia di Pisa) di un progetto per la realizzazione di un grande ciclo affrescato dedicato alla vita di San Ranieri (patrono della città) nella storica chiesa pisana di San Vito. Progetto sottoposto alla revisione teologico – scientifica della Commissione Diocesana per i Beni Culturali e della locale Soprintendenza.

da: Costa d’Amalfi – Ufficio Stampa Eventi [amalfievents@gmail.com]

Categorie: Mostre

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.