TERRA DI LAVORO LE NEWS GASTRONOMICHE

———-
Caiazzo
———-
Caiazzo. Celiaci, la pizza è servita. Nuova interessante iniziativa del vulcanico titolare del ristorante “Il Viocoletto” nonché presidente provinciale dell’Associazione Pizzaioli, Aldo Santoro, che dopo aver promosso alimenti per celiaci al PizzaFest di Santa Maria Capua Vetere ha ben pensato di avviare presso il ristorante che affaccia su via Caiatino, ma dal quale si accede da un vicoletto, la produzione di una speciale pizza per le persone affette da tale patologia che prevede la categorica esclusione dall’alimentazione di farinacei ed affini. In commercio, però, esistono dei prodotti alternativi compatibili con tale patologia ed il nostro ha ben pensato di prodigarsi per consentire anche ai celiaci di degustare le sue eccellenti pizze, ma quanto prima presso “Il Vicoletto” sarà disponibile un variegato menù per le persone affette da tale fastidiosa patologia.

———–
Ruviano.
———–
Ruviano. De. Co. per tre specialità locali. Tutto come previsto e anticipato da queste stesse colonne per il riconoscimento della “De.Co”, acronimo di “Denominazione Comunale”, per ora concessa a due prodotti tipici del comprensorio ruvianese: il “Caso Peruto” ed il piatto di “Fasul Sfritt”. Lo ha rivelato ufficialmente il massimo esperto nazionale dei prodotti enogastronomici, Riccardo Lagorio, l’altra sera in un’aula gremita soprattutto di addetti ai lavori, cioè produttori, durante l’incontro ad hoc moderato da Emanuela Piancastelli. Sull’argomento hanno relazionato nell’ordine: il Sindaco Roberto Cusano, lo stesso Lagorio e Franco Pezone, presidente provinciale di caserta dell’UNPLI, Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia. Ufficialmente, quindi, il Comune di Ruviano è il primo della Provincia di Caserta ad avere ottenuto tale importante riconoscimento grazie al forte impegno del primo cittadino, ma anche al lavoro, spesso oscuro, cioè non spiattellato ai quattro venti, del presidente della Pro loco Rajano, nonché vice coordinatore provinciale del benemerito sodalizio, Pasquale Di Meo, che anche nello occasione ha tirato le redini perché l’incontro riuscisse in modo ottimale come di fatto si è verificato. Ed ora inizia la corsa dei produttori interessati ad ottenere analogo riconoscimento per altre specialità. Doveroso ricordare che anni addietro anche il Comune di Caiazzo aveva intrapreso tale strada ma poi si è fermato anzi perduto: per strada.

*********

Ruviano. DeCo, primo riconoscimento.
Ruviano primo comune a Caserta ad ottenere la denominazione comunale. Il comune di Ruviano è il primo in provincia di Caserta ad ottenere la (de.co.) denominazione comunale. Un traguardo importante soprattutto perché, oggi, sempre più, si parla di prodotti tipici, anche per il merito che essi possono avere come volano per le economie locali e come strumento capace di generare turismo. Il Comune di Ruviano, nell’entroterra casertano, ha deciso di raccogliere l’invito di Riccardo Lagorio, presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni che hanno adottato la DE.CO., di stabilire con apposito disciplinare di produzione e registrazione del marchio su alcuni prodotti del territorio, che diventeranno così elemento di attrazione turistica e motore economico e sociale della comunità. Ci ha creduto primo fra tutti il sindaco Roberto Cusano, impegnato in questi giorni anche a coordinare il tavolo sovraprovinciale per lo sviluppo del turismo ambientale nel Medio Volturno con il progetto dedicato al Parco fluviale. Il lavoro di ricerca e individuazione dei prodotti è stato affidato a Lagorio, tra l’altro uno dei massimi esperti di prodotti tipici in campo nazionale.

—————————-
Alife- Piedimonte Matese.
—————————-
Alife- Piedimonte Matese. Treno dei sapori, penultima tappa. Ed in bus tutti a Ciorlano e Raviscanina.
Penultima tappa per il Treno dell’Arte e dei Sapori promosso dalla provincia di Caserta su iniziativa dell’ ’assessorato provinciale all’Agricoltura in collaborazione con la Ferrovia Metro Campania nord ovest, i vari enti locali interessati e, da quest’anno, con il consorzio provinciale trasporti su gomma ACMS. Ciò significa che non solo in treno, ma anche in autobus domenica 21 settembre sarà possibile raggiungere l’entroterra casertano, in modo assolutamente gratuito, purché prenotati attraverso le associazioni territoriali Pro Loco. In particolare intorno alle ore nove e mezza di domenica dalla stazione ferroviaria di Caserta partirà un treno speciale diretto a Piedimonte Matese ma che prima farà tappa ad Alife, dove tutti potranno ammirare le varie emergenze architettoniche ed archeologiche di recente venute alla luce, dopo di che il convoglio ripartirà alla volta del principale centro matesino, dove sarà possibile degustare prodotti tipici e naturalmente visitare i più interessanti monumenti cittadini. Alla stessa ora dal piazzale antistante la stazione casertana un autobus da gran turismo partirà alla volta di Ciorlano e Raviscanina dopo aver accolto i turisti che avranno optato per tali località, non raggiungibili in treno ma ugualmente -e forse ancor più- interessanti. La prossima e ultima tappa dell’anno è programmata per domenica 26 ottobre, con l’autobus diretto a Rocca d’Evandro, Tora e Piccilli, ed in treno che farà tappa a Caiazzo ed Alvignano, città, quest’ultima, inseria per la prima volta nel circuito.

Da: TELERADIO NEWS
Agenzia di Stampa giornalistica, radiofonica, televisiva e telematica (Internet).
Via Raffaele Mirto 2/6 – 81013 Caiazzo (Caserta) Tel/fax: 0823862832; cell.3345392935 info@teleradionews.info * giannigosta@nafura.it * gi-go@libero.it * giannigosta@inwind.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.