Questa mattina, nella villa comunale Salve D’Esposito, a Sorrento, si è svolta la cerimonia ufficiale per la Bandiera Blu, assegnata per il terzo anno consecutivo alla cittadina costiera. 

All’iniziativa hanno preso parte il sindaco, Giuseppe Cuomo, il presidente del consiglio comunale, Luigi Di Prisco, gli assessori Maria Teresa De Angelis, Rachele Palomba ed Emilio Moretti, il consigliere Antonino Acampora, il direttore di Penisolaverde, Luigi Cuomo, i vertici territoriali di polizia, carabinieri, guardia di finanza e guardia costiera e rappresentanti dell’Area marina protetta di Punta Campanella e ai associazioni ambientaliste.

A celebrare il riconoscimento, i titolari degli stabilimenti balneari di Sorrento, che hanno ricevuto bandiera e insegne da apporre sui propri lidi. 

Per il sindaco Cuomo, «la Bandiera Blu deve essere da stimolo per tutte le attività turistiche a tenere duro nonostante la crisi in atto del comparto, per offrire ai visitatori servizi sempre migliori e continuare ad utilizzare anche la risorsa mare come una delle principali attrattive della destinazione Sorrento».

«La certificazione della Bandiera Blu per la qualità ambientale di Sorrento – ha aggiunto l’assessore all’Ambiente, Rachele Palomba – premia gli sforzi compiuti da amministrazione comunale, imprenditori e cittadini su fronti come il plastic free, la raccolta differenziata, la campagna contro i mozziconi di sigarette».      

Istituito nel 1987, Anno europeo dell’Ambiente, la Bandiera Blu viene assegnata ogni anno in 73 Paesi dalla Fee, Foundation for Environmental Education.Per il 2020, sono 19 le bandiere assegnate alla Campania, di cui cinque in provincia di Napoli: oltre Sorrento, sventolano sui lidi di Massa Lubrense, Piano di Sorrento, Vico Equense ed Anacapri.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *