Intervento di Ciro Costagliola, consigliere nazionale dell’ordine degli Agronomi. “E’ probabile che chi rientra abbia vissuto anche in vacanza il confronto con la lotta agli incendi che quest’anno hanno devastato tutta l’Italia. Negli ultimi dieci anni, in Campania, si sono registrati circa 22mila incendi, che hanno interessato una superficie di 90mila ettari. Agli ingenti danni economici si aggiungono non meno gravi conseguenze ecologiche. Ad esempio, dall’indebolimento della difesa idrogeologica, rappresentata dai boschi alla più difficile riproduzione di uccelli e mammiferi, privati di grandi zone del proprio habitat. A fronte di tutto ciò le Regioni e lo Stato stanziano ingenti risorse per gli interventi forestali, ma troppo spesso i fondi sono dispersi in mille rivoli, assicurando prioritariamente l’occupazione a quanti operano in ambito forestale nell’ottica di un ammortizzatore sociale. Occorrerebbero piuttosto interventi mirati di sistemazione idraulico-forestale e di manutenzione boschiva, soprattutto a beneficio dei territori di maggior fragilità e di più alto valore ambientale”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.