Per le scorie tossiche sit in e scontri vari. A Capua le done coi bambini hanno forzato i blocchi delle forze dell’ordine, occupando il casello della Napoli Roma. Scontri con feriti per la protesta contro l’impianto per i rifiuti industriali che il governo ha intenzione di aprire a nel territorio di Pignataro Maggiore, nel casertano. Il sindaco ha provato a fermare i quattromila dimostranti, ma non ha potuto far altro che assistere agli scontri con polizia e carabinieri. La storia dei rifiuti tossici nel casertano è ormai questione nota. Nessuno li vuole ma il ministro ha deciso: devono andare a Pignataro nella piattaforma già predisposta. Non fanno male (!), quindi si facciano da parte i protestanti. Ora, in Comune hanno formato una Commissione per l’ambiente, così da potere parlare in modo “ufficiale” con gli organi di governo. Ma è dura.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.