Aspettando l’esito del ricorso al Tar contro la realizzazione dell’auditorium della musica a Ravello, non finiscono le polemiche tra i vari protagonisti della querelle. Pare che qualche perito di parte ci sia andato pesante per consentire ai Palumbo e Calce di farsi il megaparcheggio. Intendiamoci, Ravello ha fame di zone di sosta per le numerose auto e non è male che chi svolge una attività commerciale sul luogo che tutti definiscono il più incantato della penisola, pensi alla sua clientela e al modo di renderle il soggiorno il più piacevole e sereno possibile. Ma da qui ad ostacolare un’opera che sta diomostrando di essere la soluzione per il festival della musica, beh, bisognerà che ognuno faccia un passo indietro. Ecco, per esempio,m perché non s’è pensato di dare una mano agli albergatori facendo un parcheggio anche lontano dagli alberghi che potrebbero essere raggiunti con tapis roulant o navette di bus? Gli albergatori, tutti, sarebbero grati al Sindaco senza dover assistere alle sue rampogne contro questo e quello. E se il Tar concede la sospensiva non sarà necessario provvedere in tal senso?


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.