Il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha diramato una serie di notizie riguardanti le quote latte, inviandole alle organizzazioni territoriali dei produttori di latte e pubblicandole sui maggiori organi di stampa nazionale. Ecco il comunicato:
“Quote latte: uscire dal tunnel. L’ultima grande occasione per mettersi in regola. Alla fine di luglio l’Agea ha inviato le notifiche di pagamento del prelievo supplementare latte per la campagna 2002/3 per un ammontare complessivo di 232milioni di euro. Si tratta di multe accumulate nell’ultima campagna regolata dalle vecchie leggi antecedenti alla riforma approvata dal parlamento (l.119/03) e attuata dai Decreti Ministeriali nn.1313 e 2453 rispettivamente del 30.07.03 e del 31.0703. Queste le novità più importanti per i produttori introdotte dalle riforma:
Dalla campagna in corso è liberalizzata la commercializzazione delle quote su tutto il territorio nazionale. In questo modo gli allevatori possono acquistare nuove quote anche al di fuori della regione di appartenenza e quindi aumentare la propria produzione senza subire prelievi supplementari. Inoltre lo Stato, tramite piani di riconversione e continuando a battersi in Europa per ottenere un aumento della quota nazionale, costituirà una riserva nazionale di quote latte da vendere a prezzo vantaggioso ai produttori in maggiori difficoltà.
1. Non sarà più possibile accumulare i prelievi supplementari fino al termine della campagna. Infatti dal gennaio 2004 sarà introdotto il prelievo mensile per i produttori eccedenti, insieme ad una serie di regole che impediranno qualsiasi comportamento elusivo rispetto al pagamento delle multe e anche la produzione di “latte in nero”. Tutti gli allevatori dovranno produrre in base alle stesse regole e alla luce del sole.
2. Dal 15 settembre al 30 novembre 2003 i produttori potranno richiedere la rateizzazione in 14 anni senza interessi delle multe accumulate nelle precedenti campagne. Si tratta di un beneficio straordinario e non più replicabile che permette di uscire gradualmente dal tunnel delle multe accumulate negli ultimi anni. Ma per poter usufruire di questa rateizzazione è necessario prima pagare il prelievo supplementare relativo all’ultima campagna e rinunciare a tutti i contenziosi aperti in sede legale.
Agli allevatori. Per usufruire di queste possibilità e di tutti gli altri benefici che lo stato e le Regioni metteranno a vostra disposizione è necessario mettersi in regola. I primi dati disponibili confermano che molti allevatori lo hanno già fatto e possono quindi utilizzare l’opportunità, irripetibili, della rateizzazione. Non seguite strade senza uscita: alla fine l’Ue obbligherà gli allevatori a pagare, tute e subito le multe accumulate. Solo aderendo alla rateizzazione potete evitare questo rischio gravissimo per le vostre imprese e per il vostro lavoro. Noi siamo qui per aiutarvi. Per avere maggiori informazioni telefona al numero verde dell’Agea 800365024. Per conoscere nel dettaglio le leggi, il sito è: politicheagricole.it “. (Comunicato inviato alle Arga)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.