«VINITALY PUNTA DI DIAMANTE DELLA PROMOZIONE INTERNAZIONALE DEL MADE IN ITALY AGROALIMENTARE». Il sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole, On. Teresio Delfino, rilancia da Verona la strategia per la promozione delle eccellenze italiane nel mondo, ponendo il Vinitaly tra i referenti privilegiati.Piero Mastroberardino, presidente di Federvini, invita il settore ad una riflessione in un momento delicato, con aziende sotto capitalizzate, e auspica una razionalizzazione degli eventi espositivi. Verona, 4 marzo 2004 -. Presentata la 38^ edizione di Vinitaly, che si svolgerà dal 1° al 5 aprile 2004, con quasi 4000 espositori, dei quali 300 esteri da 26 Paesi. Occupato l’intero quartiere fieristico, su un’area espositiva di oltre 65.000 metri quadrati netti.Teresio Delfino, sottosegretario del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, ha evidenziato la strategia del ministero, che è quella di «valorizzare sempre di più un sistema di promozione unitario del made in Italy dell’agroalimentare, che utilizzi le sue vere punte di diamante per aumentare la capacità di penetrazione sui mercati esteri. Vinitaly, unitamente a Enoteca d’Italia e Buonitalia spa – ha spiegato l’On. Delfino -, è uno dei referenti privilegiati di questo programma promozionale».er Delfino «Vinitaly ha tutte le caratteristiche per essere il riferimento europeo per il comparto vitivinicolo».In particolare «per il settore vinicolo italiano, ma anche europeo – ha concluso il sottosegretario -, la promozione all’estero è sempre più strategica, in considerazione del notevole incremento dell’import comunitario di vino, passato negli ultimi dieci anni da 2,7 milioni di ettolitri a 9,1, a fronte di un export consolidatosi a quota 12 milioni di ettolitri». Segno che è necessario tenere testa all’aggressività promozionale dei Paesi emergenti nella produzione del vino.Sulla delicatezza della fase attraversata dal mercato del vino e sulle strategie da seguire nel settore è intervenuto anche Piero Mastroberardino, presidente di Federvini.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.