Il Comune di Pomigliano d’Arco chiude i suoli destinati al pascolo degli ovini. E’ stato trovato il peggiore dei nemici inquinanti, la diossina. L’ordinanza comunale segue buona ultima a quelle dei sindaci di Marigliano, Casalnuovo, San Vitaliano, Acerra, Brusciano, Mariglianella, Cercola, Pollena Crocchia ed altri dell’area nolana. Purtroppo la realtà è questa: i pascoli di questi comuni della provincia di Napoli sono proibiti agli animali. La mattanza di settemila capi di bestiami presi dagli allevamenti circostanti, avvenuta il 31 dicembre scorso, purtroppo non è stato uno scherzo. I soldi per gli allevatori forse arriveranno, ma dopo, questa gente che lavoro andrà a fare, visto che i pascoli sono inquinati? La diossina c’è, non si riuscirà ad eliminarla in poco tempo, e quel che è peggio, non s’è nemmeno cominciato a farlo.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.