NOZZE FRANCESCO DA VINCI E D’AMBROSIO
Di Laura Caico
Un amore ritrovato. Dopo otto anni di un travolgente rapporto sentimentale, nato in età adolescenziale e interrotto da un anno di “riflessione” e lontananza ma rifiorito più forte di prima, l’attore e cantante Francesco Da Vinci – stella emergente della fiction Gomorra – e la sua fidanzata Riccarda D’Ambrosio, sono convolati a nozze per suggellare davanti a Dio e agli uomini il loro legame, reso ancora più saldo dalla nascita del figlioletto Salvatore, chiamato così in onore del giovanissimo nonno, il celebre cantante Sal Da Vinci. Il toccante rito religioso officiato da Don Franco, parroco della basilica della SS Maria di Piedigrotta si è svolto nella chiesa di Santa Caterina a Chiaia, coperta da innumerevoli composizioni di fiori bianchi by Massimo Flower: la sposa, truccata dall’artista Kriss Barone, con acconciatura dell’hair stylist Idola, raggiante in uno splendido abito di Angela Solla e avvolta in un lungo velo di candido pizzo, è arrivata al braccio del padre Rosario D’ambrosio che, sulle note dell’Ave Maria cantata da Sal, l’ha accompagnata all’altare dove l’attendevano i fratelli Anna e Marco suoi testimoni e il promesso sposo – elegante in un completo Dsquereded e Romeo Gigli Plus di Paolo Vitale – affiancato dalla sorella Annachiara Sorrentino, truccata da Dalila Piccolo (come la mamma Paola Pugliese Da Vinci), da Francesca Padrone e Paolo Vitale.
Nelle prime file, lacrime di gioia e sorrisi di nonna Nina Da Vinci e nonna Nunzia, degli emozionatissimi genitori dello sposo Sal da Vinci (in smoking estivo con giacca bianca e revers a scialle bordati in nero, pantaloni affusolati, neri come la fascia di seta in vita e il papillon), e Paola Pugliese elegante in un outfit total black in raso, pizzo e maliziose trasparenze in voile, affiancati da Carmelina e Remo D’acierno, Francesco e Tina Da Vinci, Gino e Giovanna Da Vinci, Lucia e Arturo Boatta, Raffaella Da Vinci e il suo compagno Pasquale, dal gruppo dei Pugliese con Marina, Antonio e Rosita, Enzo e Anna, Mimmo e Ines, dai produttori Mauro Sessa e Alessandro Raimo, da Carmine e Alessandro Corrado, Enzo e Anna Di sauro, Anna, Alfonso, Ida, Anna, Corrado, Sabatino, Alfonso, Mariana e Cristian, Mario, Giuseppe e Giuliana, Nunzia e Valentina, Emanuele, Sergio Vitiello, Gianni Scognamiglio, Diego Arcella, Ciro Veneziano, Peppe Marigliano. Nell’altra fila, la mamma della sposa Lucia Guerra, Massimo Seddio e Raffaella Esposito, Martina Varriale, Elena Marotta, Marzia e Salvatore Cioce e tanti familiari e amici, mentre sul sagrato si assiepavano i fan di Sal e Francesco, entusiasmati anche dalla presenza delle celebrity fra cui il cantautore napoletano Franco Ricciardi (al secolo Francesco Liccardo) e dello zio dello sposo Gino Da Vinci, creando ingorghi all’esterno della chiesa. Terminato il rito nuziale – vivacizzato dal coinvolgimento di sposi e testimoni nella particolare benedizione delle fedi effettuata dall’officiante in maniera abbastanza allegra, tra applausi e battutine – e completato il beneaugurante lancio di riso e petali di rosa sui novelli coniugi Da Vinci, gli invitati si sono diretti all’Ammot Cafè in Via Marina di Varcaturo a Castel Volturno: in questo suggestivo luogo, spalancato sul mare, si è svolta la grande festa in bianco e nero supervisionata dal bravissimo Tommaso e immortalata dalle foto e dai video di Ciro Vacca, con moltissimi giovani e colleghi dello sposo, che ha lavorato anche il giorno delle nozze, impegnato dall’alba fino alle sette del mattino per girare alcune scene della quarta serie di Gomorra.
Un brindisi di benvenuto degli sposi e dei loro affiatatissimi genitori Paola Pugliese e Sal Da Vinci, Rosario D’Ambrosio e Lucia Guerra, ha accolto gli oltre duecentocinquanta ospiti, insieme al buffet di antipasti di terra e di mare predisposto sulle terrazze a mare, intrattenendoli sino al momento della cena, organizzata con allegre tavolate da 50 persone, allietate dalla musica soft di Raoul & Swing Orchestra capeggiata dal mitico Luigi De Luca, in arte Raoul, con Luigi Ricciardi alla chitarra ritmica e vocal, Gino Martinelli ai fiati, Paolo Pironti al sassofono e Marco Mussomeli al piano, vocal e fiati.
Brani di swing e jazz, composizioni originali e intermezzi di musiche da film hanno proiettato gli ospiti nell’atmosfera della favolosa Brodway, suscitando ricordi ed emozioni, tra audio e luci Top service di Salvatore Faraso, sino al fatidico ingresso del Gateau Mariage – un trionfo di cake design a 5 piani con tralci di orchidee bianche e peonie azzurre – che gli innamoratissimi sposi hanno tagliato baciandosi, mentre schioccavano i tappi di champagne e partiva la fantastica sequenza dei fuochi pirotecnici. Dopo la distribuzione delle bomboniere e la confettata Collezioni Regine di Annalisa Giovene, la serata ha raggiunto l’acme con il concerto dei musicisti di Sal Da Vinci, tutti sul palco insieme al cantautore napoletano Franco Ricciardi, all’emozionatissimo Sal che ha dedicato la sua splendida performance al figlio e alla nuora, allo stesso sposo Francesco Da Vinci che si è sdoppiato suonando alla batteria, al pianoforte e nei duetti e a tutti i suoi più cari amici cantanti e autori di musiche rap ascoltatissime sui siti, fra cui I Desideri, Ciro Giustiniani, Livio Gori, Bless, Ivan Granatino, Adriano Pennino, Gianluca Mirra, Gaetano Diodato, Maurizio Bosnia, Sasà Dell’Aversana, Antonio Mambelli e alcuni amici del nuovo cast di Gomorra: gran finale, tra confetti e brindisi augurali con la canzone che Gino Da Vinci, fratello di Sal, ha voluto regalare come omaggio ai suoi nipoti Francesco e Riccarda, siglando con una forte carica di sentimento il bellissimo ricevimento.
Tra gli intervenuti, Francesco e Raffaella Cafagna, il ginecologo Francesco e Maria Ascione, Nando Mormone, il direttore del Roma Antonio Sasso, Mario e Venere Esposito, Lello e José Radice, Luigi e Valentina Russo
Lello e Mary Casalino, Mariangela e Francesco Napolano
Giuseppe e Annalisa Ferriero, Antony e Anna Veneziano, Alessandro e Roberta Esposito, Antonella D’elia, Luisa Del giudice, Ciro Capano, Mario e Pina Cavaliere, Emanuele Onofrio, Roberto Bianco, Peppe e Teresa Volpe.

Categorie: Attualità

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *