Nel nolano, al confine tra i comuni di Comiziano e Casamarciano, i carabinieri hanno sequestrato un gregge di 300 pecore che brucava su una discarica, già confiscata l’anno scorso. Il gregge proveniva da Avella e ora si stanno prelevando campioni di sangue per le analisi diossina. Ma non passa la paura di poter consumare inconsapevolmente latte di ovini che si trovano nel triangolo che si chiude con Tufino, dove sversatoi abusivi, cave in disuso e ampiamente inquinate, discariche autorizzate e il Cdr che ogni tanto fa sentire i suoi pestilenziali odori, creano disagi e perplessità nei residenti. Non c’è ancora nessuno che dica la parola fine alla diossina e nemmeno chi dica di stare tranquilli che la situazione è sotto controllo. Il sequestro di pecore di ieri è la prova evidente che le cose stanno messe proprio male.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.