22-27 settembre. Nel miglio d’oro, Villa Favorita, si parla di uccelli per 5 giorni. (2)
Nota di Francesco Landolfo, presidente Arga Campania
La Campania balza, così, alla ribalta nazionale in un momento in cui il mondo scientifico cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulla necessità di tutelare ambiente e mondo alato, patrimonio dell’umanità. La Campania, d’altra parte, con la sua posizione baricentrica nel Mediterraneo costituisce quel ponte ideale sulla rotta delle migrazioni. Dal Garigliano al Volturno, dal Sarno al Sele, nonostante le cementificazioni selvagge e gli agguati all’ambiente ci sono aree in cui gli uccelli continuano a reclamare il loro diritto alla vita. Non a caso, la Ghiandaia marina è ritornata a nidificare nelle campagne di Cancello Arnone. La scoperta è avvenuta per caso l’anno scorso mentre una delegazione dell’Arga ( Associazione regionale dei giornalisti dell’ambiente e dell’Agricoltura) faceva un sopralluogo per fotografare le numerose discariche abusive. Non a caso sono soci onorari dell’Arga, Maurizio Fraissinet, Danila Mastronardi e Stefano Piciocchi. Ma la Campania è anche la Regione dove ci sono i Parchi nazionali del Vesuvio, del Cilento e quello regionale del Matese. Qui, in alcune zone umide, come quella dei Variconi a Castelvolturno, stanzia il Cavaliere d’Italia o viene a svernare, lungo la fascia domiziana il Pettazzurro occidentale. Ma è anche la terra dove il Parco nazionale nazionale del Vesuvio ha come simbolo il Cardellino e dove il Codirossone nidifica da alcuni anni alle pendici dello…sterminator Vesevo, oltre che nella catena dei Monti Aurunci. Qui il Passero solitario, cantato dal Leopardi, si è urbanizzato a Napoli e dintorni per sfuggire alle schioppettate di quei criminali che sparano su tutto ciò che vola. E, in questi giorni, scienziati e studiosi fanno il punto sulle loro ricerche. Benvenuti nella terra del sole.

Categorie: Ornitologia

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.