Tutti d’accordo, gli albergatori e ristoratori nel dire che l’euro ha frenato l’arrivo di stranieri durante le vacanze estive, ma nelel festività natalizie non mancano isole felici come a Capri, dove c’è stato un pienone. Ma il pianto (anche se non a dirotto, perché la gente c’è stata) è quasi generale: Positano e Sorrento, Ischia e Amalfi hanno di che lamentarsi in riferimento all’estate scorsa. Ma la colpa non può essere solo dell’euro: pochi attrattori per il tempo libero, prezzi abbastanza alti e il solito traffico impossibile in queste località, hanno di fatto frenato l’affluenza dei vacanzieri estivi o, perlomeno ridotto la voglia di spendere come negli anni scorsi. Bisogna fare qualcosa per la prossima stagione. A questo dovranno pensare amministratori e commercianti: il mondo dello spettacolo e dell’animazione durante il tempo libero, vero assente nell’ultima stagione, è pronto a esaudire le richieste, anche le più impensabili.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.