Di soldi europei per fare belle le stazioni sotterranee del metrò il Comune ne ha spesi parecchi. E tutti hanno ammirato, pieni d’orgoglio campanilistico, le belle storie che l’arte ci raccontava lungo il viaggio da Pozzuoli alla ferrovia e viceversa. Ora la cosa non è più possibile perché i soliti vandali dallo spruzzo spry facile hanno fatto a gara per deturparle. Si disse che le stazioni erano video sorvegliate. Da chi? Intanto nella stazione in costruzione a piazza Nicola Amore gli operai hanno trovato reperti dell’antichità: ora si scava col cucchiaino e i lavori si allungano. Il vicesindaco dice di no. Perchè non credergli?


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.