E’ il Brasile il maggior produttore di caffè e a Napoli, infatti, in piazza Garibaldi, c’è il caffè Brasilero, ma anche il caffè Mexico, altro produttore importante. Là si produce, qua si consuma. E Napoli resta ancora la capitale del consumo di caffè. Poteva mancare una viaggio attraverso i cinque sensi del caffè? No. Detto fatto: a villa Campolieto a Ercolano, dalla piantagione alla tavola, una mostra per carpire i tanti segreti della tazzulella ‘e cafè. I cinque sensi sono gli stessi che si usano per le altre esigenze dei nostri corpi. Tra l’altro, in una guida speciale di locali dove si fa il miglior caffè, uscita in questi giorni, quello dove si prepara meglio e sta in testa alla classifica dei primi dieci in Italia, si trova a Napoli. Quindi una bella discettazione, come scusa per i consumatori incalliti, per sorbire l’aroma del tostato fresco, del caffè in macchinetta, della crema di caffè, del liquore di caffè, della torta al caffè. Insomma una bella occasione per la degustazione del caffè napoletano però, non americano. Si replica fino a domenica.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.