L’interesse pubblico e il governo dell’acqua. – Gli Enti d’Ambito campani tra legge “Galli” e la Direttiva Comunitaria sulle acque 2000/60 – Napoli, 10 maggio ore 9.00 sala del Consiglio S. Maria La Nova – Nella gestione dell’acqua è sempre tutelato l’interesse pubblico? A dieci anni dalla legge “Galli” ne discutono lunedì 10 maggio a Napoli (sala del Consiglio S. Maria La Nova ore 9.00), tra gli altri, Bruno Miccio e Giuseppe Gavioli (Gruppo 183), Raffaello De Stefano, coordinatore nazionale degli enti d’ambito nonché presidente dell’ATO 1 Calore Irpino, Maurizio Zandri, direttore Sudgest, Gilberto Muraro, presidente del Comitato di Vigilanza per le Risorse Idriche, Bernardo De Bernardinis, direttore generale della Protezione Civile, Gianfranco Mascazzini, Ministero dell’Ambiente, Giuseppe D’Occhio, Autorità di Bacino Liri-Garigliano e Volturno, nonché i presidenti degli ATO campani (Giuseppe Bruno, Gabriele Cavallaro, Alberto Irace). Saranno presenti, inoltre, l’assessore regionale al Bilancio, Luigi Anzalone e l’assessore all’Ambiente, Ugo De Flaviis. Il convegno, organizzato dall’assessorato all’Ambiente della Provincia di Napoli e dal Gruppo 183, in collaborazione con la Regione Campania e gli ATO Calore-Irpino, Napoli-Volturno, Sarnese-vesuviano e Sele, vuole sollecitare l’armonizzazione delle numerose e qualificate iniziative in atto adottando, come linea guida, il conseguimento degli obiettivi della Direttiva Comunitaria sulle acque 2000/60 e, come metodo, la concertazione tra i diversi soggetti istituzionali impegnati.“Il processo di riforma e semplificazione realizzato è enorme, ma non stupiscono le difficoltà che esso incontra per il suo pieno compimento, ecco perché – dichiara Luca Stamati, Assessore all’Ambiente della Provincia di Napoli – abbiamo ritenuto utile aprire una seria riflessione sull’argomento”.Ad oggi tutti gli ATO campani hanno completato l’accertamento dello stato degli impianti e dei servizi e predisposto il programma temporale ed economico per conseguire i nuovi standard. Inoltre, l’ATO 3 Sarnese-Vesuviano ha anche effettuato l’affidamento della gestione del ciclo idrico integrato alla Gori Spa, unico gestore pubblico-privato.
Comunicato stampa dell’ Assessorato all’Ambiente, Acque ed Acquedotti, Difesa del Suolo, Rifiuti, Difesa e Riqualificazione delle Coste e delle Isole – tel. 081 7949 218 fax 081 7949 335
e-mail:ambiente@provincia.napoli.it (Nota per le Arga)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.