SINISTRA PER TERRA DI LAVORO
ASSOCIAZIONE DI TENDENZA
Convegno sul tema
LITORALE DOMIZIO
dal degrado socio – economico-ambientale allo sviluppo sostenibile
Sabato 11 febbraio 2006 – ore 16.30
Centro Congressi, Auditorium San Rufino – Mondragone (Ce)
“Litorale Dominio: dal degrado socio-economico-ambientale allo sviluppo sostenibile”. E’ il tema del convegno promosso dall’Associazione di Tendenza “Sinistra per Lavoro”, che si terrà sabato prossimo, 11 febbraio, alle ore 16,30, a Mondragone presso il Centro Congressi dell’Auditorium San Rufino. Ad aprire il convegno sarà Carlo Fusco, Coordinatore Sinistra per Terra di Lavoro, cui seguirà il saluto del sindaco Ugo Conte. La relazione introduttiva sarà invece curata da Mario Fusco, Capogruppo dei DS al Comune di Mondragone. Seguiranno, quindi, gli interventi di Antonio Ferrante, esperto ambientale, Salvatore D’Acunto, Professore di Economia Politica Seconda Università degli Studi di Napoli, Gustavo Ascione, Camera di Commercio di Caserta, Maria Carmela Caiola, Assessore provinciale all’Urbanistica – Difesa e riqualificazione del Litorale Dominio. I lavori, moderati dalla presidente di Sinistra per Terra di Lavoro Lia Madonna, saranno conclusi dal consigliere regionale Angelo Brancaccio. Con questo convegno s’inaugura un calendario di iniziative (impeccabilmente coordinato dal responsabile organizzativo Nicola Rennella) attraverso cui Sinistra per Terra di Lavoro, associazione di tendenza dei DS, nata all’indomani dell’elezione regionale da una felice intuizione di Angelo Brancaccio e di quanti lo hanno sostenuto nella sua candidatura alla Regione, intende partecipare al processo d’innovazione politica, culturale e programmatica del centrosinistra con particolare riferimento all’impegno della Sinistra per lo sviluppo della Provincia di Terra di Lavoro. Si avvia, dunque, una serie di iniziative che, partendo dal livello e dalle contingenze locali, si vadano a collocare in una visione più ampia della Campania come ‘Regione aperta’ e guida alla trasformazione del Sud in un’unica grande piattaforma logistica integrata nel Mediterraneo. Nella fattispecie, con questa iniziativa, Sinistra per Terra di Lavoro si interroga sul degrado socio-economico-ambientale e sullo sviluppo sostenibile del Litorale Domitio. Il convegno voluto come una delle prime iniziative dall’assemblea dell’Associazione e stato organizzato emblematicamente nella città di Mondragone, uno dei luoghi al tempo stesso più problematici ed evocativi della costa casertana, al centro del tratto di Litorale tra il Garigliano ed il Volturno.
Peraltro, questo approccio alle problematiche del Litorale Domitio partendo dal livello locale, non sembra fuor di luogo. Quando si parla di questioni socio-economico-ambientali, il salto di scala, da locale a territoriale, appare infatti più che naturale, giacché i problemi ambientali, per loro natura, hanno portata e caratteri transfrontalieri. E ciò sia per la vastità dei problemi, sia per il coinvolgimento nella soluzione dei problemi di più livelli istituzionali di governo del territorio. Lo scopo del convegno non è quello di dare risposte di governo. D’altronde non avrebbe nemmeno le prerogative per farlo. Il convegno vuole analizzare la situazione in cui versa il Litorale, cercando di mettere in fila i problemi che lo attanagliano, riflettere sui punti di forza e di debolezza delle proposte di governo che lo interessano e stimolare altre soluzioni, concrete ed incisive, di sicuro impatto sociale, economico ed ambientale. Perciò il convegno si propone tre obiettivi fondamentali da perseguire in un’ottica di sviluppo sostenibile:
– sensibilizzare e coinvolgere maggiormente la popolazione, soprattutto giovanile, e le amministrazioni locali, della fascia costiera e dell’immediato entroterra, attraverso moderni strumenti di partecipazione per una visione condivisa dei problemi e delle soluzioni (agende 21 locali; unioni di comuni; ecc.);
– sollecitare risposte di governo locale sostenibili, concrete e rispettose dell’ambiente, da attuarsi secondo una visione organica del Litorale, con piani e programmi strategici ben definiti e temporizzati;
– compulsare tutti i livelli istituzionali di governo del territorio, da quelli provinciali a quelli regionali e centrali per una strategia di intervento condivisa, mirata allo sviluppo sostenibile del Litorale Domitio in generale e della costa casertana in particolare, con l’obiettivo primario di integrarli nell’allargamento del water front della Campania nel prossimo programma di interventi per la plitica di coesione 2007-2013.
NFO: Responsabile organizzazione: Nicola Rennella tel. 3356221058

e-mail: nicola.rennella@libero.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.