Napoli e la sua storia, si cercano pavimenti greci.
396 monumenti saranno aperti gratuitamente ai visitatori durante le giornate del Fai, testimonial il presentatore Pippo Baudo, il 20 e 21 marzo prossimo. Dalle grotte di Pastena a Frosinone ai 28 teatri dell’Emilia, dalle sedi storiche della Rai di Torino e Venezia alle 12 centrali Enel si festeggia la Primavera in 196 città italiane. Anche stravolta la presidente Fai, Giulia Maria Crespi, ha prodotto uno sforzo notevole per organizzare il tutto. Intanto, bisognerà ringraziare il progettista del Metrò di Napoli se dagli scavi dei tunnel per i treni stanno emergendo palazzi di epoca romana e greca. E pare che il flusso dei reperti sia in aumento giorno dopo giorno, tanto da aver trasformato i cantieri per il metrò in scavi archeologici. In due settimane, s’è detto, affiorerà l’intero edificio imperiale ma già si pensa al mosaico che si intravede sotto il gymnasium. In aiuto agli archeologhi campani sono venuti quelli francesi con un loro piano per salvare le antiche barche di legno . Intanto per la stazione di piazza Nicola Amore già si pensa a delocalizzare la stazione prevista, lo deciderà il ministro che ha convocato i progettisti a Roma. Quelli della metropolitana sono pronti a rivedere il progetto: è solo una questione di fondi in più per la variante. (Nota inviata alle Arga)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.