La poltiglia Bordolese e la Peronospora.
La poltiglia bordolese o più semplicemente bordolese (da Bordeaux, Francia) è un miscuglio di solfato di rame e idrossido di calcio che, disciolto nell’acqua e spruzzato, aderisce alle foglie e non è dilavato dalla pioggia. Questo tradizionale anticrittogamico con il quale in passato si riusciva a dare un magico colorito azzurrino alle vecchie case di campagna introdotte dalla pergola, è tuttora un mezzo valido di difesa contro la peronospora. Questa malattia fungina attacca pomodoro, aglio, bietola, cavolo, carota, cipolla, melone,anguria, peperone, pisello, spinacio, zucca e zucchina e per svilupparsi abbisogna di particolari condizioni di umidità e temperatura. In primavera, epoca ideale per la peronospora, dopo una pioggia abbondante gli ortaggi vanno trattati con la poltiglia bordolese. Le dosi del miscuglio saranno di un kg.di solfato di rame e 8 etti di calce spenta disciolta in 100 litri d’acqua. Bisogna avere l’accortezza di rispettare con la massima precisione le dosi del miscuglio. Per non causare alle piante bruciature che possono portarla anche alla morte.

Categorie: Il Contadino

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.