Per sanare le reti idriche colabrodo di tutta Italia occorrono 53 miliardi di euro che corrisponde ad un aumento della bolletta del 50% per fare i lavori alle condotte. Ma il gioco, in questo caso potrebbe anche valere la classica candela, perché se è vero che al mondo oltre un miliardo di persone soffre per la quasi totale mancanza d’acqua (e solo gli interventi umanitari quotidiani impediscono la morte di milioni di persone), è pur vero che nel nostro paese è più l’acqua che va perduta dalle tubature bucate che quella che consumiamo. A conti fatti si calcola che i 1200milioni di persone che oggi sono senz’acqua, saranno 2miliardi e 300 milioni nel 2025. In un tempo relativamente breve, quindi, potremmo trovarci tra quelli senz’acqua. Allora se anche ci chiederanno un sacrificio di tasca, che venga, ma per fare quei lavori, non altro.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.