Inaugurata la fiera di Calitri, (28/8-5/9), vetrina del Meridione
Inaugurata la 23esima edizione della Fiera di Calitri, la manifestazione espositiva che, da tempo, ha acquisito grande notorietà nell’ambito del sistema fieristico nazionale, e che sempre di più si basa su precisi criteri di un’interregionalità caratterizzata da proposte dettate dalla ampia e articolata concretezza. A tagliare il tradizionale nastro tricolore inaugurale è stata il presidente della Provincia di Avellino, Alberta De Simone, che subito dopo ha pure presieduto il convegno – svoltosi nella sala principale del moderno e funzionale quartiere fieristico – della prima giornata della rassegna dell’Alta Irpinia. Ci sono stati i saluti del sindaco di Calitri, Vito Marchitto, e del presidente dell’Eapsaim, Gaetano Sicuranza. Alberta De Simone, nel suo intervento ha sottolineato come «la Fiera di Calitri è un appuntamento importante e qualificato non solo sul piano espositivo, ma anche e soprattutto in quanto sede più che nota per favorire lo sviluppo articolato degli scambi commerciali con altre realtà produttive del Paese e del Mezzogiorno». «Calitri, sede di un importante Polo tessile – ha continuato DeSimone – ha bisogno di essere ulteriormente potenziata sul piano delle infrastrutture, per migliori ricadute in termini economico-produttivi. Così come è già stato per il Polo conciario di Solofra e per quello del settore enologico e gastronomico dell’intero territorio dell’Irpinia» Nel dibattito sono intervenuti i consiglieri regionali Mario Sena («Si deve invertire la tendenza e superare i motivi di stallo per fare in modo che la Provincia di Avellino e le sue risorse territoriali possano dirsi pronte a fare il grande salto di produttività e sviluppo») e Enzo De Luca («gli Enti locali hanno il dovere di porsi al servizio della gente. Tutto deve avvenire all’insegna della coesione e della concertazione, le sole che possono indicare le direttrici più giuste e appropriate per giungere allo sviluppo territoriale», l’assessore provinciale Giuseppe Di Milia («Il rilancio delle attività produttive deve perseguire obiettivi chiari e precisi». La rassegna resterà aperta fino al 5 settembre.

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.