Non c’è comune della Campania che in questi giorni non stia preparando il carnevale nel migliore dei modi. Elencarli tutti non è possibile ma qualcuno sì, magari i più curiosi. A Palma Campania si svolge il palio del rito delle Quadriglie da 400 anni, con maschere e colori in strada. A Pomigliano d’Arco, palio tra i quartieri che si mettono in gara con quadri raffiguranti i dodici mesi dell’anno.A Cercola torna la sfilata dei carri allegorici con la Ferrari, il gobbo di Notre Dame e tante altre figure per la delizia di grandi e piccini. A Saviano tredici carri allegorici festeggiano le nozze d’argento dell’allegria. A Sorrento il circo all’aperto, in piazza, e i giocolieri provenienti da tuto il mondo offrono quanto c’è di meglio nei loro esercizi. Da vedere anche le celebrazioni indette nei Comuni di Caloria, Grumo Nevano, Mariglianella, San Giuseppe Vesuviano, Sat’Antimo, Torre Annunziata che accanto ai costumi indossati dai ragazzi offrono a tutti la possibilità di partecipare in sfilate che resteranno memorabili nei bambini. Quelli di Ottaviano si delizieranno di più: potranno lanciare pomodori addosso ai bambini vestiti coi costumi delle maschere italiane. Una tradizione indolore ma che macchia quasi indelebilmente.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.