La Sovrintendenza di Napoli fa un incontro sui reperti archeologici trovati nei cantieri del Metrò ma non invita il Comune che sta facendo quegli scavi e che ha scoperto le belle cose antiche. Uno sgarbo voluto? Non si sa ma per certo, ma si sa un’altra cosa: la Sovrintendenza vorrebbe che il Comune fermasse i lavori del metrò, per fare tutto quello che serve sui ritrovamenti archeologici. Dal Comune è arrivata la risposta che i lavori possono continuare in parallelo. Da qui alle ripicche il passo è stato breve.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.