Giungano,(SA) un milione e seicentomila euro per il convento benedettino

Sembra un cantiere aperto, il comune di Giungano, che in questo periodo ha visto una svolta decisiva per quanto attiene alle infrastrutture. L’intervento certamente più significativo è quello che riguarda l’ex convento benedettino, chiuso da anni e finalmente sottoposto ad un intervento di recupero.
Nell’ambito del Pit Paestum-Velia, il comune di Giungano, amministrato da Franco Palumbo, ha richiesto ed ottenuto un finanziamento di un milione e seicentomila euro che saranno destinati alla ristrutturazione dell’importante struttura che, posta alle porte del paese, costituisce un affascinante biglietto da visita per i turisti che, lasciata la bellezza della fascia costiera, si inerpicano lungo strade interne di ormai nota bellezza passando per questo piccolo comune dove si respira tranquillità e dove si può godere del fascino senza eguali del panorama di un nugolo di case incastonato nella roccia e proteso verso lo splendido Tirreno.
Ne parla con soddisfazione il sindaco Franco Palumbo, ritiene sia stato fondamentale l’intervento del vicepresidente del consiglio regionale della Campania Gennaro Mucciolo, per l’interesse espresso a favore del territorio.
Numerosi altri, tuttavia, sono gli interventi che l’amministrazione Palumbo sta portando a termine fin dal momento dell’insediamento, due anni fa, operando in silenzio ma con impegno e contribuendo in maniera decisiva ad un cambiamento radicale del paese.

Annavelia Salerno [annavelia@virgilio.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.