Firmato l’Accordo per il “Ripristino delle biodiversità e dei servizi eco sistemici” in alcuni tratti del Fiume Sarno con la partecipazione al bando europeo di “Horizon 2020 Framework Programme”.

Otto i rappresentanti degli enti pubblici presenti nella Sala consiliare del Comune di Striano per sottoscrivere il patto per la partecipazione al bando UE (LC-GD-7-1-2020) che consentirà un energico intervento di “Ripristino delle biodiversità e dei servizi eco sistemici” nei territori del Fiume Sarno che hanno aderito.

Sei comuni presenti, oltre Striano, in qualità di Comune Capofila, anche Nocera Inferiore, Sarno, San Marzano sul Sarno, San Valentino Torio, Poggiomarino e poi il Parco Regionale del Bacino Idrografico del Fiume Sarno ed il Consorzio di Bonifica Integrale del Comprensorio del Sarno che congiuntamente presenteranno il progetto per la partecipazione al bando europeo.

Il progetto, come ribadito dal sindaco di Striano, Antonio Del Giudice nel suo intervento di apertura dei lavori, è frutto di una collaborazione tra gli enti con l’UCSA, l’Ufficio Comune per la Sostenibilità Ambientale, che è l’Ufficio che coordina e pianifica molteplici attività negli ambiti energia, cambiamenti climatici e sostenibilità ambientale, a supporto dei Comuni aderenti. Del Giudice spiega «Il Comune di Striano è il Comune Capofila, sei sono i comuni, ma siamo in otto ad essere protagonisti. Noi ci candidiamo al Programma Europeo Horizon 2020 per finanziare questo progetto al fine di valorizzare questa grande opportunità per il Fiume Sarno per un ripristino delle biodiversità».

«Seguiremo l’iter del progetto – conclude Del Giudice – auspicando che ottenga il finanziamento e siamo già in contatto con altre amministrazioni che si affacciano sul Fiume Sarno per rappresentare questo progetto pilota come un trampolino di lancio per contribuire alla bonifica del nostro fiume».


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *