AREA VIDEOSORVEGLIATA – EVOLUZIONI AUDIOVISIVE CON ASSOCIAZIONE CASTELLARTE

in collaborazione con Regione Campania, Comune di Mercopgliano, Università di Salerno, Università di Messina, Fondazione La Colombaia, Scuola di Etnografia Visiva, Quaderni di Cinemasud, Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata, Kyklops videocreativityà, Lugega Films e Terra di Cinema.

“FILMARE UN EVENTO”: WORKSHOP CINEMATOGRAFICO
SUL FESTIVAL DI ARTISTI DI STRADA “CASTELLARTE”
A CAPOCASTELLO (MERCOGLIANO-AVELLINO)
UN CORSO CON ESPERTI DI FAMA NAZIONALE
NUOVI FILMAKERS CRESCONO IN IRPINIA

Un corso pensato come un’opera aperta, un contenitore vivo di sguardi
sul territorio che ospita l’evento: uno sguardo collettivo sulla realtà
del Festival.

CAPOCASTELLO (MERCOGLIANO – AVELLINO) – “Filmare un evento”: un workshop cinematografico con esperti di fama nazionale che dall’11 giugno a Capocastello (Mercogliano) si svilupperà intorno alla manifestazione Castellarte, il Festival di artisti di strada che si svolgerà dal 24 al 26 luglio, in un percorso pratico, teorico, seminariale e di montaggio che si svolgerà a Capocastello.

“Filmare un evento” è un vero e proprio corso di iniziazione e approfondimento delle tecniche di ripresa audio-video, un seminario-laboratorio che mira ad approfondire poetiche e pratiche dell’attività di filmaker in percorsi di sguardo e di ascolto tra le persone ed i luoghi nei quali si svolge l’evento Castellarte. Un corso pensato come un’opera aperta, un contenitore vivo di sguardi sul territorio che ospita l’evento, promosso da Area Videosorvegliata – Evoluzioni audiovisive con l’Associazione Castellarte, in collaborazione con Regione Campania, Comune di Mercogliano, Università di Salerno, Università di Messina, Fondazione La Colombaia, Scuola di Etnografia Visiva, Quaderni di Cinemasud, Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata, Kyklops videocreatività, Lugega Films e Terra di Cinema.
Le visioni sulla realtà del Festival saranno percepite come un movimento centrifugo che provi ad intercettare storie satelliti intorno all’orbita di Castellarte.
L’intenzione è quella di promuovere una ricognizione visiva intorno al Festival, circumnavigando l’evento, per provare a collocarsi con il proprio corpo e con la macchina da presa in un raggio di azione lungo il quale si stabiliscono relazioni e legami con Castellarte, per favorire la costruzione di uno sguardo collettivo sulla realtà del Festival.

Il corso vedrà tra i protagonisti Carlo Preziosi, ideatore e curatore del workshop, assistente alla cattedra di Antropologia Culturale dell’Università di Salerno, Francesco Festa, professore ordinario per il settore scientifico MDEA01 e docente di Antropologia Culturale, Storia delle Tradizioni Popolari e Antropologia Visiva presso l’Università degli Studi di Messina, Vincenzo Esposito, ricercatore presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Salerno, Gabriele Calmieri, che nella sua carriera è stato assistente di Luchino Visconti, Leonardo Di Costanzo, regista e documentarista, Paolo Speranza, direttore del periodico “Quaderni di Cinemasud”, Gaia Adducchio, esperta in sviluppo e finanziamento dei progetti audiovisivi, Gianni Papa, Angelo Penna e Carmine Masiello, videoperformer di Avellino.

Alla fine del workshop, i partecipanti produrranno un cortometraggio finale che sarà materiale di proiezione per un dopo festival cinematografico appositamente organizzato dall’Associazione Castellarte, durante il quale saranno premiati i cortometraggi elaboratori dai filmakers durante il workshop.
Al termine del percorso saranno rilasciati attestati di partecipazione. Le iscrizioni saranno chiuse il 6 giugno.
1 giugno 2009

Per informazioni:
www.castellarte.org
carlopreziosi@alice.it
cell: 349/8634351


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.