Le due società che hanno stipulato il contratto con gli Enti locali per lo smaltimento dei rifiuti, si sono impegnate a trattare 2,5 milioni di tonnellate l’anno, e propongono un contratto di gestione degli impianti per almeno 8 anni. Gli impianti da gestire sono situati a Battipaglia, Caivano, Casalduni, Giugliano, Pianodardine, Santa Maria Capua Vetere, Tufino. Dall’inizio della gestione hanno assicurato che non trascorreranno più di 30 mesi per la costruzione e la messa in moto dei due termovalorizzatori di Santa Maria la fossa e Acerra, impegnandosi ad individuare altri suoli per le eco balle e per il loro sfruttamento al fine di produrre energia elettrica per uso comune. Infine c’è anche la proposta di utilizzo della frazione organica stabilizzata (Fos)e sovvalli per ricomposizioni ambientali.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.