Livello record raggiunto dall’anidride carbonica nell’atmosfera terrestre, per gli americani che hanno fatto uno studio nella zona delle Haway nei pressi del vulcano Mauna Loa. Ma un po’ tutti gli scienziati da tempo stanno ripetendo che il livello di CO2 sale con una costanza incredibile. La rivoluzione industriale, causa prima dell’inquinamento, poi le immissioni di gas di scarico delle automobili, quindi gli spry che hanno bucato l’ozono, e il sole che ha fatto il resto avendo raggi molto più pericolosi da mandare sulla terra grazie al buco. Il risultato è che il calore è cresciuto di 0,06 gradi in poco tempo, che il mare sta salendo per effetto dello scioglimenti dei ghiacciai e dulcis in fundo, per nessun provvedimento adottato da tutti i paesi industriali per controllare che il tasso di emissioni inquinanti si abbassasse contemporaneamente in ogni angolo del pianeta. Il bello è che se siamo destinati alla distruzione, saremo tutti distrutti, non solo l’Europa ma anche gli altri continenti. Gli accordi di Kyoto dovrebbero valere per tutti, dunque, non solo per chi ha avuto il coraggio di apporre la firma sotto il trattato. Gli scienziati americani hanno detto che di questo passo, nel 2100 si raggiungeranno i 5,8 gradi di aumento di calore sulla terra. Un altro diluvio universale, insomma. Noi non ci saremo, forse i nostri figli, sicuramente i loro.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.