È in programma venerdì 21 agosto, alle ore 21.00, presso la Piazzetta della Basilica Paleocristiana a Paestum, l’incontro dal titolo “Verso la costituzione del Distretto culturale Cilento Antico” teso ad illustrare al pubblico il piano di distretto.

Dopo i saluti del sindaco del Comune di Capaccio Paestum, Franco Alfieri e del presidente del GAL Cilento Regeneratio, Mauro Inverso, seguiranno una serie di interventi. Ad aprire ci sarà Luigi Maria Pepe, presidente della Fondazione “G. Vico”. Quindi prenderanno la parola: Claudio Aprea, direttore del FLAG Cilento Mare blu; Ferdinando Gandolfi, funzionario presso la Regione Campania; Luca Cerretani, coordinatore GAL Cilento Regeneratio; Gennaro Scognamiglio dell’Unci Agroalimentare; Luigi Scorziello, presidente della BCC Aquara; Gabriel Zuchtriegel, Direttore Parco Archeologico Paestum e Velia. Conclusioni affidate a Vincenzo Pepe, docente presso l’Università “Luigi Vanvitelli”.

L’evento è organizzato nell’ambito della prima edizione della rassegna culturale “I fiori del male, festival dell’essere”, ideata da Daniela Di Bartolomeo, che sta avendo notevole successo.

Il Distretto Rurale Culturale “Cilento Antico”, è nato dalla volontà dei soggetti promotori di favorire lo sviluppo delle aree rurali del Cilento, valorizzandone le peculiarità che lo contraddistinguono e ne costituiscono l’elemento identitario, oltre che rafforzare e promuovere, mediante la cooperazione e l’integrazione delle molteplicità dei soggetti, il territorio, favorendo una sua crescita omogenea.

La Regione Campania ha approvato, con delibera di Giunta, il Regolamento di attuazione della legge regionale n. 20 dell’8 agosto 2014 per il riconoscimento e la costituzione dei distretti rurali e dei distretti agroalimentari di qualità. Dopo aver terminato la prima fase di riconoscimento dei distretti e individuato il Distretto Rurale Culturale “Cilento Antico” con Decreto Dirigenziale Regionale n. 31 del 07/02/2020, nelle recenti riunioni, ha invitato il comitato promotore a costituire la società e ad ampliare la stessa con la sottoscrizione di quote societarie di nuove entità aziendali. È possibile aderire alla costituenda società del distretto fino al 31 agosto 2020. Tutte le informazioni per farlo, sono reperibili qui.

«Il Distretto Rurale Culturale “Cilento Antico” – spiega il presidente del GAL Cilento Regeneratio, ing. Mauro Inverso – sono una opportunità per il rilancio dei nostri territori. E più imprese aderiranno al progetto, maggiore sarà il risalto e le potenzialità che lo stesso assumerà. Noi ci crediamo e in tanti ci stanno appoggiando in questa ambiziosa idea, aderendo al progetto che presto diventerà concreto». 


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *