Non erano pochi gli agricoltori che ieri hanno sfilato da Mondragone a Falciano del Massico per protestare contro il mancato pagamento dei danni derivati dalle gelate e per le difficoltà di ricorrere al credito, indispensabile per proseguire la propria attività. Oltre 200 erano gli agricoltori e i serricoltori alla ferrovia di Falciano del Massico che nel mondragonese ormai sono pressoché alla fame per l’impossibilità di fronteggiare una crisi serricola che si presenta senza precedenti. Invocano più determinazione e tempestività da parte delle istituzioni, ma soprattutto i soldi.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.