18.10.2005 – IOSSA PRESENTERA’ A COMMISSIONE MEDITERRANEO E VICE PRESIDENTE GIUNTA VALIANTE ANCHE PROPOSTA SANITARIA PER FAVORIRE INTERVENTI PER PAESI DEL TERZO MONDO
NAPOLI – Nel corso della presentazione alla Commissione e al vice presidente Valiante, il presidente della Commissione Regionale per il Mediterraneo, Felice Iossa oltre a lanciare la proposta per la pubblicazione del ‘rapporto annuale-atlante’ sullo stato dei Paesi del Mediterraneo presenterà una nuova iniziativa, questa volta in campo sanitario. La proposta, volta a favorire gli interventi per i Paesi del Terzo Mondo, sarà suddivisa in due parti: gli obiettivi e le attività. Bisognerà individuare, in accordo con i rappresentanti diplomatici dei vari Paesi, i bisogni sanitari prioritari delle singole realtà. Coordinare, armonizzare e catalizzare le iniziative e gli interventi organizzati sul territorio della Regione Campania. Iniziative volte alla individuazione di sindromi carenziali nutrizionali e alla loro prevenzione. Dovrà essere effettuato uno screening delle popolazioni infantili definite finalizzati alla diagnosi precoce di patologie congenite. Bisognerà fornire di contenuti sanitari le iniziative umanitarie di organizzazioni non governative che operano nelle aree interessate. Dovranno essere individuati i singoli obiettivi di salute e pianificazione di interventi ad hoc. Attenzione, poi, sarà dedicata alla formazione di operatori indigeni da effettuarsi in sede o presso strutture sanitarie campane. Saranno favorite campagne promozionali di salute da effettuarsi sul territorio. Andranno intraprese iniziative in collaborazione alla Confindustria e alla Camera di Commercio di Napoli finalizzate alla produzione in loco di materiale sanitario a basso contenuto tecnologico e di largo uso. Dovranno, infine, essere allestiti dei camper sanitari che possano facilmente spostarsi di villaggio in villaggio per promuovere apposite campagne sanitarie. Per quanto concerne le attività dovrà essere creato un centro di raccolta dati con funzioni di segreteria operativa, l’elaborazione di uno Statuto e di un regolamento operativo, l’identificazione di un gruppo di professionisti, che su base volontaria, elabori annualmente un piano delle attività da sottoporre all’attenzione del Presidente della Giunta, del vice presidente della Giunta, dell’Assessore alla Sanità e della Presidenza del Consiglio Regionale.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.