Nota di Giuliana Caso, Ufficio stampa Terme.
La Presidente del Consiglio di Amministrazione delle Terme di Stabia, on. Argia Albanese, risponde agli attacchi delle organizzazioni sindacali che, dopo la presentazione delle ipotesi del bilancio previsionale e delle iniziative previste per ridurre il deficit ed aumentare le entrate hanno avviato un vivace dibattito nel merito delle proposte avanzate dai vertici aziendali. “In merito alle posizioni espresse dalla rappresentanza aziendale di UGL, CGIL, CISL e Uil – dichiara la residente – , riconfermo quanto detto da tempo, e cioè che questo Consiglio di Amministrazione fin dal momento del suo insediamento sta lavorando per un serio rilancio dell’azienda, che a tuttoggi non può non passare, oltre che per una gestione economica più attenta, anche per la razionalizzazione del personale. L’azienda – ribadisce Albanese – ha la ferma volontà di salvaguardare le unità lavorative, tenendo però conto delle esigenze reali legate ai flussi di lavoro. Nei prossimi giorni chiariremo meglio alle organizzazioni sindacali le iniziative che l’azienda intende adottare, ricordando che le ipotesi di bilancio previsionale presentate erano proposte di lavoro su cui riflettere insieme. Ancora, tra breve sarà anche avviato un tavolo di concertazione che coinvolgerà, oltre alle forze sindacali, anche rappresentanti dell’imprenditoria e dell’Amministrazione Comunale, affinché le decisioni che saranno adottate nell’Assemblea dei Soci prevista per fine dicembre siano le più condivise possibile”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.