Il clima che sta cambiando costringerà i vendemmiatori a mettersi all’opera già da questa settimana perché le uve sono già al punto giusto in quasi tutte le regioni., In Campania e nel Mezzogiorno le condizioni dell’uva, infatti, sono giudicate ottimali. Dal punto di vista fitosanitario non ci sono preoccupazioni di pernospora e oldio che invece sta sotto controllo. La siccità non ha prodotto danni, a differenza di quanto è accaduto per la frutta e la verdura. Il caldo e l’assenza di piogge, però, hanno accelerato la maturazione delle uve e ridotto la grandezza dei grappoli che, se verrà giù un po’ d’acqua, si può ancora recuperare, sperando però che non venga giù il diluvio che l’anno scorso provocò un disastro, tanto che in Campania l’annata del vino bianco rimase solo sulla carta. Vendemmia anticipata, dunque e prosit.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.