1)CAMPANIA: NASCE OSSERVATORIO PER SICUREZZA ALIMENTARE
La Giunta Regionale della Campania, su proposta degli Assessori al Bilancio Antonio Valiante, all’Agricoltura e alle Attività Produttive Andrea Cozzolino, alla Sanità Angelo Montemarano e all’Ambiente Luigi Nocera, ha approvato la delibera con cui si istituisce l’Osservatorio Regionale per la Sicurezza Alimentare (ORSA) presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici.
La Giunta ha stanziato 170mila euro per garantire l’operatività dell’ORSA per l’ultimo quadrimestre di questo anno. Per il 2008, circa 500mila euro saranno destinati al rinnovo della convenzione con l’Osservatorio e alle spese per dotarlo delle attrezzature informatiche e del software per l’elaborazione dei dati, e circa 970mila euro all’allestimento e all’attivazione di un laboratorio per l’esecuzione delle analisi sugli alimenti e mangimi per la ricerca delle diossine e dei bifenili policlorurati (PCB) presso l’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno di Portici.
L’Osservatorio avrà sede a Caserta, in località Tuoro, presso i locali di proprietà dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. A dirigerlo sarà un Dirigente dello stesso Istituto, affiancato da una “Consulta Tecnico-Scientifica”, nominata dall’Assessore alla Sanità e composta da rappresentati dei seguenti Enti: Area Generale di Coordinamento Assistenza Sanitaria che la Presiede; Area Generale di Coordinamento Sviluppo Attività e Settore Primario; Area Generale di Coordinamento Ecologia, Tutela dell’Ambiente, Disinquinamento, Protezione Civile; Osservatorio Epidemiologico Regionale; Osservatorio Epidemiologico Veterinario; Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici; Agenzia Regionale per l’Ambiente della Campania; Sezioni dei Dipartimenti dell’Università Federico II di Napoli che operano nel campo della sicurezza degli alimenti e mangimi;Istituti del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione In Agricoltura (CRA) presenti in Campania.
L’Orsa sarà uno strumento operativo efficace, e svolgerà attività di ricerca e monitoraggio in materia di tracciabilità dei prodotti alimentari in tutte le fasi della filiera. Presso la struttura confluiranno i dati derivanti dalle attività territoriali e di ricerca nel campo della sicurezza alimentare svolte da tutti gli Enti coinvolti, permettendo così un più rapido scambio dei dati. In questo modo sarà possibile indirizzare i controlli sul territorio in modo mirato e avere una visione completa e una gestione ottimale del sistema alimentare, coordinare i controlli nel campo della Sicurezza, promuovere lo strumento della “Valutazione del Rischio” quale metodo per la programmazione dei controlli, dare voce ai produttori e ai consumatori, affidare compiti e funzioni ben definite alle diverse strutture amministrative coinvolte, evitando sovrapposizioni e sperpero di risorse.
Tra gli altri suoi compiti, la gestione di una banca dati che raccolga tutti i dati dei controlli effettuati in materia di qualità, sicurezza e tracciabilità dei prodotti; attività per la promozione e il coordinamento per l’armonizzazione delle metodiche di analisi; sviluppo di programmi di monitoraggio e di sorveglianza della sicurezza alimentare per conto dell’Assessorato alla Sanità, in particolare con messa a punto di sistemi di valutazione dell’efficacia delle azioni di controllo e la predisposizione di piani di emergenza regionali in materia di sicurezza alimentare; supporto di coordinamento regionale ad organi esterni (Carabinieri NAS, Corpo Forestale dello Stato, Uffici periferici del Ministero della Salute, Capitanerie di Porto, Comuni), per un più razionale impiego delle risorse; monitoraggio sui rischi emergenti negli alimenti attraverso la collaborazione con istituzioni pubbliche primariamente impegnate in attività di Ricerca Scientifica; attività di informazione, formazione e promozione in materia di sicurezza alimentare rivolte ai consumatori e alle associazioni di categoria dei produttori.
A livello nazionale, inoltre, l’Orsa agirà da interfaccia con le strutture comunitarie e nazionali sulle tematiche alla sicurezza alimentare e sul monitoraggio, controllo e contenimento delle patologie legate al consumo di alimenti.
L’ORSA sarà alla diretta dipendenza dell’Assessorato alla Sanità, che è il riferimento regionale in materia di sicurezza alimentare nei rapporti con l’Autorità centrale e l’Unione Europea, e fornirà dati che saranno utilizzati dagli organi tecnici dell’Area Generale di Coordinamento Assistenza Sanitaria.
L’Osservatorio, inoltre, dovrà tenere il collegamento tra i vari Enti coinvolti, attraverso l’acquisizione e l’analisi dei dati, così da consentire all’Assessorato regionale alla Sanità di indirizzare al meglio le attività svolte sul territorio da parte dei servizi territoriali delle ASL.
REGIONE CAMPANIA. COMUNICATO DELL’UFFICIO STAMPA DEL 18 LUGLIO 2007

2) Confagricoltura Campania:
“Grande soddisfazione per la costituzione dell’Osservatorio Regionale per la Sicurezza Alimentare”
Napoli, 18 luglio 2007 – Confagricoltura Campania accoglie con grande soddisfazione la notizia dell’istituzione dell’Osservatorio Regionale per la Sicurezza Alimentare (ORSA) presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici per iniziativa dell’assessore regionale alle Attività Produttive ed all’Agricoltura Andrea Cozzolino.
“Siamo convinti – afferma il presidente regionale Pietro Micillo – che la Campania possa trarre un grande giovamento da una struttura che avrà il compito di vigilare sulla salubrità dei prodotti campani, dando al contempo più sicurezza ai consumatori e più garanzie ai produttori. Esprimiamo il nostro plauso all’assessore Cozzolino: sono passati solo pochi giorni dalla nostra prima richiesta di costituire l’Osservatorio e dobbiamo dargli atto di aver trasformato una promessa in realtà in un così breve tempo.”
da: Michele M. Ippolito (responsabile comunicazione Confagricoltura Campania) – 3403008340 [michele.ippolito@fastwebnet.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.