L’allevamento delle pecore di Brusciano ha riservato una sorpresa agli analisti:le pecore nascono malate perché sono state riscontrate alterazioni genetiche. Sono stati presi in esame 24 capi morti in allevamenti a rischio. Ora gli analisti correggono il tiro su quelle di Nola, Acerra, Marigliano, Cercola: quelle pecore potrebbero avere lo stesso problema. Si tornano ad esaminare i campioni di erba che vanno prima essiccati e poi analizzati, perché la percentuale sul fresco non fa testo. E c’è un problema in più: ci vorrebbero due borsisti in più, per completare il ciclo di analisi ma il CNR non è un luogo di beneficenza. Tanto meno un collocamento. Solo un istituto che vive per aiutarci a vivere, grazie anche ai nostri soldi. Caro Ministro chi decide?


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.