Basilico, Ocimum Basilicum
Tradizionale erba aromatica, il basilico entra nella composizione di salse e sughi apportando un tocco di raffinatezza alle pietanze. A queste virtù somma alcune proprietà medicinali che lo rendono prezioso alleato contro digestioni difficili e spasmi gastrici.
Varietà e riproduzione: il basilico si riproduce per seme. Tra le cultivar più celebrate il Genovese, il Napoletano, il Foglia di Lattuga.
Clima e terreno: esige un clima temperato caldo – ed un terreno di medio impasto, ricco di sostanza organica, senza ristagni d’acqua. Ottime in proposito le costiere marine e lacustri.
Semina, raccolto e conservazione: la smeina può avvenire a fine inverno in semenzaio riscaldato o in primavera direttamente sull’orto. Nel caso si utilizza il semenzaio il trapianto avviene dopo l’emissione della quarta fogliolina. Le distanze d’impianto saranno di 30cm. le file e di 20cm.sulla fila. La raccolta viene eseguita scalarmene secondo le necessità, asportando le foglie. La conservazione è limitata a pochi giorni in ambiente umido e fresco o in frigo.
Cure colturali: frequenti annaffiature durante tutto il ciclo vegetativo, scerbature e zappature cueratee frequenti, diradamento in caso di semina diretta e infine asportazione delle infiorescenze per prolungare il ciclo vegetativo.

Categorie: Il Contadino

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.