Matera 2019/Confindustria, ancora una settimana per partecipare al bando destinato alle imprese italiane
C’è ancora una settimana a disposizione per le imprese italiane per partecipare al bando “Matera 2019: l’open future delle imprese italiane” lanciato da Confindustria e Fondazione Matera Basilicata 2019 e rivolto a 50 imprese che saranno protagoniste di Matera Capitale europea della Cultura 2019.
La promozione del bando è stata affidata a un roadshow nazionale che ha attraversato tutta Italia fra marzo e luglio, facendo tappa, dopo il lancio a Matera e Bari, nelle città di Roma, Napoli, Milano, Ravenna, Mantova, Taranto e Torino, grazie alla collaborazione delle Associazioni del territorio nazionale e il supporto di Confindustria Basilicata.
Agli incontri hanno partecipato circa 200 aziende associate a Confindustria, dalle Pmi ai grandi nomi dell’impresa italiana, provenienti dai settori più disparati: editoria, agroalimentare, audiovisivo, moda, ristorazione, energia, logistica, comunicazione, informatica, meccatronica, immobiliare, nautica, marketing, formazione, turismo, sicurezza, agricoltura, meccanica, siderurgia, grafica, telecomunicazioni, sanità, sociale, edilizia.
Il progetto vuole valorizzare le imprese innovative che trovano nella cultura una fondamentale leva di competitività e favorire il dialogo tra cultura e impresa. Saranno selezionate quelle realtà che, in tutto il Paese, si contraddistinguono per una visione imprenditoriale innovativa in cui si combinano fattori economici, territoriali e culturali, nel segno dell’innovazione, della coesione e della competitività. Alle 50 realtà selezionate verrà offerta un’occasione di visibilità a Matera, per tutto il 2019, in cui potranno essere protagoniste, a rotazione settimanale, di uno spazio, appositamente riservato e offerto dalla Fondazione, in cui presentarsi e raccontarsi sia ai visitatori della manifestazione, sia ai media, sia agli operatori culturali, provenienti da tutto il mondo per l’occasione.
I candidati dovranno far pervenire le proposte a Confindustria entro il 30 luglio 2018. Tutte le informazioni sul bando sono disponibili nella sezione “Impresa e Cultura” del sito Confindustria.
Il presidente del Gruppo tecnico Cultura di Confindustria, Renzo Iorio spiega: “Essere al centro di una vetrina internazionale unica e straordinaria. Essere protagonisti del dibattito culturale del Paese. Contribuire alla costruzione di un “open future”. Tutto questo sarà Matera Capitale Europea della Cultura 2019, alla quale abbiamo voluto dedicare un progetto specifico per le imprese di Confindustria. Attraverso la partecipazione al Bando, le imprese potranno confermare quanto la cultura e la creatività, insieme alla capacità di innovazione, siano leve di crescita e di sviluppo. Il sistema imprenditoriale ha risposto con entusiasmo al progetto: ora non resta che darci appuntamento con le 50 imprese vincitrici a Matera nel 2019”.
“Il successo ottenuto dal bando “Matera 2019: l’open future delle imprese italiane” nei vari incontri organizzati da Confindustria in tutta Italia dimostra la grande attenzione che il mondo delle imprese italiane rivolge a Matera 2019 – sottolinea il direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019, Paolo Verri – Siamo certi che questo interesse si trasformerà in numerose opportunità di crescita economica sia per le imprese che per il territorio”.
I nomi delle 50 aziende vincitrici della selezione verranno ufficializzati a Matera, il prossimo 19 novembre 2018, all’interno della Settimana della Cultura d’impresa, la manifestazione a carattere nazionale promossa da Confindustria, in collaborazione con Museimpresa, giunta alla XVII edizione e che quest’anno verrà ospitata proprio nella Città dei Sassi, a coronamento del progetto lanciato lo scorso 23 marzo.
“La scelta di tenere a Matera questo importante appuntamento nazionale di Confindustria, il prossimo 19 novembre – conclude il presidente di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso – testimonia, ancora una volta, il grande contributo che Confindustria, anche grazie alla preziosa collaborazione con la Fondazione Matera 2019, sta portando avanti per la Capitale europea della Cultura”.

———————————————————————–
Puglia e Basilicata: sinergie virtuose per Matera 2019
Presentato a Taranto il bando di Confindustria e Fondazione, “l’Open Future delle Imprese Italiane”
TARANTO, 16 luglio 2018 – E’ stata un’occasione per ribadire l’impegno a far maturare preziose sinergie tra i due territori, soprattutto, ma non solo, in vista di Matera Capitale europea della Cultura 2019, il seminario tecnico che si è svolto ieri presso Confindustria Taranto, nuova tappa del roadshow di Confindustria e Fondazione Matera Basilicata 2019 su tutto il territorio nazionale per presentare il bando “L’open future delle imprese italiane”.
Una collaborazione virtuosa tra Puglia e Basilicata, con reciproci vantaggi per le due regioni, che se da un lato, fino a questo momento, ha già prodotto importanti risultati, dall’altro, presenta ancora ampi margini di valorizzazione, come hanno spiegato il vicepresidente vicario di Confindustria Taranto, Antonio Marinaro e la Presidente della Sezione Industrie Alimentari, del Turismo e della Cultura, Beatrice Lucarella, che ha moderato i lavori del seminario “Cultura, driver di sviluppo e leva di competitività” .
A spiegare i dettagli del bando rivolto a 50 imprese associate a Confindustria che saranno ospiti, nel 2019, nella Capitale Europea della Cultura, nei locali messi gratuitamente a disposizione dalla Fondazione, per una settimana, a rotazione, il presidente della sezione Turismo di Confindustria Basilicata, Francesco Garofalo. La partecipazione è aperta, fino al prossimo 30 luglio – ha ribadito Garofalo – a tutte le imprese e le associazioni del Sistema che presenteranno progetti culturali legati a Matera 2019. A selezionare le migliori idee, una giuria nazionale costituita ad hoc. Tutti i dettagli del bando sono consultabili sul sito www.confindustria.it.
L’assistente marketing della Fondazione Matera 2019, Maria Teresa Cascino, ha illustrato le ragioni che hanno determinato la vittoria di Matera e soprattutto ha fornito i dati che fanno della Capitale della Cultura per il 2019 una irripetibile occasione di visibilità internazionale per tutte le aziende che vorranno partecipare al progetto, beneficiando della promozione d’immagine legata alla Città dei Sassi che verrà effettuata sui principali media e network generalisti e di settore.
Ufficio stampa
Mariateresa Labanca – m.labanca@confindustria.basilicata.it
366.8218024
—————————————————————–
27 giugno 2018 – Bando Matera 2019, incontri con gli imprenditori a Mantova e a Ravenna
MANTOVA, 27 giugno 2018 – Prosegue il roadshow di Confindustria e Fondazione Matera Basilicata 2019 per far conoscere su tutto il territorio nazionale il bando “Matera 2019: l’Open Future delle imprese italiane”. Nel pomeriggio di oggi il tour ha fatto tappa a Mantova, dove, nella splendida cornice di Palazzo Te, il presidente del Gruppo tecnico Cultura di Confindustria, Renzo Iorio, il presidente di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso e il direttore generale della Fondazione Matera Basilicata 2019, Paolo Verri (quest’ultimo è intervenuto in collegamento skype) hanno illustrato la grande occasione di visibilità per le imprese, rappresentata dalla Capitale europea della Cultura. Queste ultime saranno ospiti, nel 2019, per una settimana a rotazione, negli spazi messi gratuitamente a disposizione dalla Fondazione.
Nella tappa precedente, a Ravenna, presso la Biblioteca Cassense, a incontrare gli imprenditori e a spiegare loro l’iniziativa presentata per la prima volta lo scorso 23 marzo a Matera, è stato il presidente della sezione Turismo di Confindustria Basilicata, Francesco Garofalo. Nuove tappe già programmate del roadshow sono Taranto e Torino. Seguiranno altre iniziative sul territorio, fino al prossimo 30 luglio, termine ultimo entro il quale poter inviare la domanda di partecipazione al bando.
Il progetto mira a valorizzare le imprese innovative che trovano nella cultura una fondamentale leva di competitività e favorire il dialogo tra cultura e impresa. Saranno selezionate quelle realtà, che, in tutto il Paese, si contraddistinguono per una visione imprenditoriale innovativa in cui si combinano fattori economici, territoriali e culturali, nel segno dell’innovazione, della coesione e della competitività. La partecipazione è riservata alle imprese e alle Associazioni di Confindustria, nonché alle reti d’impresa associate a RetImpresa.
Ufficio stampa
Mariateresa Labanca – m.labanca@confindustria.basilicata.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.