ASOIM attività settembre 2018

16 settembre 2018 – bella foto allegata il Consiglio Direttivo dell’ASOIM dopo una lunga ma proficua riunione per l’adeguamento del nuovo statuto Maurizio Inviato da: “Fraissinet”
Segnalo che il nostro lavoro: Wetland selection, niche breadth and overlap in 10 duck species wintering in northern Campania (Italy), è stato citato nel lavoro Seasonal salinity variations in a coastal wetland induced by complex interactions between sea, river and evapoconcentration processes di Micòl Mastrocicco et al. nella conferenza internazionale: Sixth International Conference on Estuaries and Coasts (ICEC-2018) At: Caen, FranceDott. Stefano Giustino Naturalista asoim@yahoogroups.com
—————————————
13 settembre 2018 – Cari amici, cari soci, L’evento dedicato ai giovani ornitologi – Fledgelings Event 2018 – si terrà dal 26 al 28 Ottobre, presso l’Università di Torino, organizzato dall’EOU, dal CISO e dal GPSO!
L’incontro includerà:
– Opportunità per i ‘Fledglelings’ di presentare e discutere le proprie ricerche
– Un workshop su come effettuare una meta analisi
– Plenarie con invitati sia nazionali che internazionali
– Sessione di Domande e Risposte con consigli sulla carriera e pubblicazioni
– E NON MENO IMPORTANTE un’atmosfera amichevole ed informale, dove potersi conoscere, discutere dei propri lavori, affrontare questioni più ampie con il consiglio di colleghi più anziani e ovviamente socializzare con altri giovani ricercatori.
Tutti i giovani ricercatori potranno fare una presentazione, se lo vorranno. Inoltre incoraggiamo tutti i tipi di presentazioni, dalla classica presentazione in stile ‘conferenza’ a quelle che illustrino i progetti (per esempio per studenti al primo anno di dottorato), oppure semplicemente problemi metodologici o statistici che potrebbero beneficiare di una discussione.
Tutti sono i benvenuti, la presenza di ornitologi “senior” consentirà di animare la discussione!
NB – I SOCI GPSO/CISO HANNO UNA QUOTA DI ISCRIZIONE RIDOTTA
REGISTRATEVI A: http://fledgelings-in-torino.blogspot.com/
La deadline per la registrazione e l’invio degli abstract è il 30 settembre 2018
Sul sito di registrazione troverete altre informazioni sul luogo del meeting, come arrivare e dove soggiornare. Per ulteriori informazioni, scrivete a:
eou.fledgelings@gmail.com;
Gruppo Piemontese Studi Ornitologici “F. A. Bonelli” – ONLUS
c/o Museo Civico di Storia Naturale Museo Civico di Storia Naturale
Via S. Francesco di Sales, 188, 10022 Carmagnola (TO)
e-mail: gpso.posta@gmail.com sito: www.gpso.it
Sostieni i progetti del GPSO donando il tuo 5×1000 al c.f. 94037970012
Inviato da: “Fraissinet”
————————————————
13 settembre 2018 – Cari amici anche quest’anno il GLICiNe (Gruppo di Lavoro Italiano sulla Cicogna Nera) ha concluso il monitoraggio nazionale della Cicogna nera (Ciconia nigra) in periodo riproduttivo. Ci fa paicere comunicarVi che nel 2018 sono state accertate 19 coppie nidificanti, il numero più alto registrato dal 1994, anno in cui furono osservate le prime 3 coppie nidificanti in Italia. La specie quest’anno ha nidificato in Piemonte (coordinatore per il GLICiNe Lucio Bordignon, che è anche il coordinatore nazionale), Lazio (coordinatore per il GLICiNe Massimo Brunelli), Molise (coordinatore per il GLICiNe Nicola Norante), Campania (coordinatore per il GLICiNe Maurizio Fraissinet), Puglia (coordinatori per il GLICiNe Matteo Caldarella e Maurizio Marrese), Basilicata (coordinatore per il GLICiNe Matteo Visceglia), e Calabria (coordinatore per il GLICiNe Salvatore Urso). Ciascun coordinatore, a sua volta, è affiancato da altri rilevatori. Un aiuto prezioso, ad esempio, lo forniscono Enzo Cripezzi ed Egidio Mallia e tanti altri. Un lavoro collettivo di monitoraggio, coordinato su scala nazionale dal GliCiNe che continua ininterrottamente dal 1994. I dati relativi alle singole Regioni e al successo riproduttivo saranno oggetto di una nota che verrà pubblicata sulla rivista AlulaUn cordiale saluto Maurizio Fraissinet”
——————————————————————-
12 settembre 2018 – Cari amici, ieri pomeriggio in una lunga ma molto proficua riunione del Consiglio Direttivo, abbiamo approvato le riforme allo Statuto dell’Associazione. Il precedente era ormai obsoleto, per alcuni tratti anche complesso e troppo arzigogolato, e non più in linea con una serie di nuove norme nel frattempo entrate in vigore. Grazie al lavoro eccellente di Patrizia Loffredo abbiamo ora uno Statuto in linea con la nuova legge sul terzo settore, con la legge sulla parità di genere (anche se, a dire il vero, questo è un problema che al nostro interno non abbiamo mai avuto, avendo sempre avuto una parità di genere, involontaria ma spontanea, e quindi ancora più vera), e altre norme sull’associazionismo.
Siamo soddisfatti ed ora lo sottoporremo all’Assemblea dei Soci per l’approvazione definitiva. Per fare ciò dovremo indire, come da legge, un’Assemblea straordinaria e invieremo la versione definitiva a tutti per poterla leggere.Abbiamo inoltre deciso anche di organizzare nei prossimi mesi una gita alla Palude della Trappola, in Maremma grossetana. Una delle aree umide più interessanti d’Italia, preclusa al pubblico, ma nella quale potremo entrare grazie ad un permesso speciale.Un cordiale saluto Maurizio
———————————————–
12 settembre 2018 – Cari soci, desidero informarVi che da oggi sul nostro sito web – www.asoim.org – nella pagina inziale (alcuni la chiamano home page) in alto a destra c’è un richiamo che indirizza ad una cartella dedicata alle check-list della Campania. In essa troverete tutte le check-list finora pubblicate, da quella regionale, peraltro aggiornata al settembre del 2018 e quindi presente nella versione ufficiale più aggiornata (la precedente era del 2015), a quella delle loalità per le quali sono state pubblicate. Troverete altresì le check-list desunte degli ultimi Night and Day dell’Associazione. E’ un servizio che vogliamo rendere agli appassionati, ma nel contempo anche uno stimolo a pubblicare (se volete anche solo sul nostro sito) le check-list delle località che seguite da tempo.Un cordiale saluto Maurizio
——————————————————————
12 settembre 2018 – [asoim] la scomparsa di Joe Sultana – sono addolorato per la notizia della morte, a Malta, di Joe Sultana. CI ha lasciato all’età di 78 anni uno dei più grandi ornitologi mediterranei. Gli siamo debitori di tanti studi, tanti libri e tante iniziative a carattere ornitologico. Personalmente ho avuto l’onore e il piacere di condividere con lui il testo dell’Occhiocotto nell’Atlante degli uccelli nidificani in Europa. Buon viaggio Joe! Maurizio Fraissinet”
il 4 settembre, Elio Esse ed io siamo stati a sbinocolare sul litorale domizio (Caserta).Ormai una tappa fissa è la cosiddetta, “ bufalara” , posto abbastanza immondo (letteralmente, pieno di immondizia) dove stazionano le bufale. Se si supera il cattivo odore (dell’immondizia), si resta incantati dalla biodiversità che amenamente la frequenta.Cito le specie più interessanti:
Combattenti – Albastrello – Beccaccini – Alzavole – Mestoloni – GAMBECCHIO FRULLINO – PITTIMA REALE – Cavalieri d’Italia – Piovanelli sia comuni che pancianera – Gambecchio – CHIURLO MAGGIORE – TOPINO insieme a Balestrucci e Rondini – Corriere grosso. Presente ancora in zona la Pavoncella mascherata fuggita da chissà quale allevatore. Subito dopo andiamo ai Variconi, anche per rifarci gli occhi con lo spettacolo entusiasmante del tramonto su una delle zone umide più belle della Campania.
Lì vediamo: 3 FENICOTTERI – SPATOLE di cui una con anello – MIGNATTINO COMUNE – MIGNATTINO ALIBIANCHE –
GABBIANI CORSI – Cormorani – Pantana – Porciglione – AIRONE BIANCO MAGGIORE – Una moltitudine di Aironi cenerini. Tutto il resto su Ornitho (appena avrò tempo!)Buon bw a tutti Danila MastronardiLicola (NA)
———————————————
8 settembre 2018 – Tra gli 11 BW visti, è possibile che ci fossero bracconieri che facevano sopralluoghi in incognito?
Stefano G. From: ‘Fraissinet’ mfraissinet@tiscali.it [asoim] Sent: Saturday, September 8, 2018 4:48 PM To: asoim Subject: [asoim] bird-watchers vs cacciatori 11 a 0
Sabato mattina dedicato all’ornitologia e al bird-watching. Di prima mattina visita alla stazione di inanellamento dell’ASOIM nella Riserva Naturale Statale dei Carabinieri Forestali di Castelvolturno. Purtroppo non c’è passo. fino a metà mattinata viene inanellato un solo Beccafico. Ovviamente si vedono e si sentono le specie residenti, con due Colombacci che si posano sui rami sopra al tavolo di lavoro, e ci fissano a lungo incuriositi dalla nostra presenza e i Codibugnoli che si aggirano tutto intorno. E’ l’occasione per trascorre alcune ore liete con Danila, Elio, Leandro, Sabrina, Alfonso, Mariano e Ivan.
LI lascio poco prima di mezzogiorno per andare a fare un salto alla cosiddetta “bufalara” che è sulla strada di casa. Lì trovo già all’opera Alessandro con cannocchiale e teleobiettivo. Poco dopo ci raggiungono Filippo e Sergio. Lo spettacolo che ci offre quella piccola vasca circondata da un lato dall’immondizia e dall’altro dai campi invasi dalle bufale è semplicemente stupefacente: 30 specie. 2 ardeidi – Sgarza ciuffetto e Airone guardabuoi, 2 anatidi – Alzavole e Mestoloni, 15 limicoli (!): Avocetta, Cavaliere d’Italia, Corriere piccolo, GAMBECCHIO FRULLINO (facilissimo da vedere e ben in mostra), Gambecchio comune, Gambecchio nano, Piovanello comune, Piovanello pancianera, Combattente, Totano moro, Pittima reale, Piro piro piccolo, Piro piro boschereccio, Beccaccino, Piovanello tridattilo. E poi Gheppio, Gallinella d’acqua, Usignolo di fiume, Rondine, Balestruccio e altri passeriformi ancora.Uno spettacolo e tanto divertimento.Un’ultima annotazione.
Tra le località della Riserva di Castelvolurno e della zona di Ischitella, dove si trova la “bulafara”, lungo il percorso e zone limitrofe, visti 11 bird-watchers e 0 cacciatori Maurizio
da a Maurizio Fraissinet”
——————————————————
6 settembre 2018 – Bel testo Camillo. Mette solo un pò di tristezza il calo drammatico della Quaglia
Maurizio.
Sì, proprio una quaglia ! Mentre voialtri napoletani osservate e raccontate soddisfatti aironi, cicogne, ghiandaie (marine), rapaci, gru, papere e limicoli, ieri sera odo l’inconfondibile verso del “quaglio” (come direbbe l’Essegretario) proveniente dal … giardino di casa a Benevento (complice il caldo che ci fa tenere ancora le finestre spalancate di sera)! Come alcuni di voi sanno, abito a 1 km dalla città, in collina, in una zona poco urbanizzata, con boscaglia e campi coltivati, ma neppure lontanamente simile alle ampie praterie o coltivi di fieno delle colline intorno al Fortore. Scettico, sono uscito fuori casa, ma ho avuto conferma.
E’ la prima volta e si tratta evidentemente di un individuo in migrazione: chissà, forse era fuori rotta o era stanco e dove arriverà … Ho pensato che forse nei tempi passati (decenni fa) sarebbe stato molto più comune, chissà … Questa sera solo grilli, come al solito.BuonanotteCamillo
Inviato da: “Fraissinet”

Categorie: Ornitologia

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *